Middelhoff (Bertelsmann): 'Vogliamo comprare Napster'

Per quanto travagliata da dispute interne e bloccata da pendenze legali, Napster rimane un oggetto del desiderio per la multinazionale tedesca. Intervistato venerdì scorso, 5 aprile, dal quotidiano connazionale Die Welt, l'amministratore delegato di Bertelsmann Thomas Middelhoff ha ribadito con chiarezza le sue intenzioni: “Vogliamo acquisire le quote in mano agli azionisti originari, soprattutto quelle controllate dalla società di investimento Hummer Winblad Venture Partners e da John Fanning” (zio dell'ideatore del programma di file sharing, Shawn Fanning).
Dall'ottobre del 2000 (vedi news), Bertelsmann si era impegnata a sostenere economicamente la Web company californiana, sottoscrivendo una serie di prestiti a lungo termine che le sono già costati oltre 85 milioni di dollari, quasi 97 milioni di €. Ed ora, secondo gli osservatori, Middelhoff sarebbe disposto a spendere altri 30 milioni di dollari (34 milioni di €) per mettere le mani, soprattutto, su un software di file sharing ben sperimentato che potrebbe consentirgli di aprire un canale di distribuzione musical in digitale risparmiando notevolmente sui costi di installazione delle infrastrutture a banda larga.
Sulla sua strada restano però due ostacoli principali: da un lato la vertenza giudiziaria ancora in sospeso che oppone Napster, in tema di violazione dei copyright, a tutte le major discografiche (BMG compresa); dall'altra le baruffe in corso (anche qui con strascichi legali) tra gli attuali azionisti di maggioranza, John Fanning e Hummer Winblad, in merito alla composizione del consiglio di amministrazione e alla ripartizione dei proventi nel caso che la società venga ceduta.
Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.