Napster, slitta ancora (di altri 9 mesi?) il rilancio ufficiale

Napster, slitta ancora (di altri 9 mesi?) il rilancio ufficiale
Sulla scia delle ultime sentenze di tribunale, che continuano a bloccarne l'attività di “file sharing” gratuito (vedi news), il sito americano fa slittare un'altra volta la data del suo rilancio, questa volta come servizio di distribuzione musicale legittimato dalle case discografiche. Lo annuncia un messaggio postato sul sito della società, in cui Napster informa di volersi prendere un altro po' di tempo allo scopo di stipulare i migliori contratti possibili con i suoi fornitori, le case discografiche appunto. Addirittura, in un'intervista all'edizione tedesca del Financial Times, l'amministratore delegato Konrad Hilbers ha confessato che ci vorranno almeno nove mesi prima che una versione “legalizzata” di Napster, in grado di assicurare la protezione dei diritti di autori, artisti e produttori discografici, faccia la sua comparsa in rete. Anche perché nessuna major discografica, per il momento (neppure la BMG, la cui capogruppo Bertelsmann risulta tra i finanziatori della società) ha voluto concedere un solo brano al servizio, mentre tra le due parti resta in corso una vertenza giudiziaria.
Il sito americano è praticamente al palo dall'estate scorsa e le sue possibilità di reinserirsi in una posizione competitiva sul mercato della musica on-line sembrano affievolirsi di giorno in giorno: “Come marchio, Napster è già morto”, ha sussurrato un suo ex dirigente che ha preferito mantenere l'anonimato.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.