Gran Bretagna, Ministry of Sound e Demon insieme per un'etichetta

Gran Bretagna, Ministry of Sound e Demon insieme per un'etichetta
La regina inglese della scena dance e l’etichetta specializzata in ristampe e rock "adulto" sembrerebbero a prima vista due compagne di viaggio improbabili: invece Ministry of Sound e Demon Records, dopo mesi di negoziati, hanno appena lanciato un marchio in joint venture,2M Recordings, che si appoggerà alle strutture amministrative e ai servizi di MoS affidando la distribuzione dei prodotti all’indipendente TEN.
La label vanta per il momento uno staff ridotto - il team iniziale è di quattro persone – ma qualificato: a guidare l’etichetta (e prossimamente anche una società di edizioni collegata) sarà Cheryl Robson, già responsabile artistica alla East West e alla società di publishing Chrysalis Music oltre che all’indipendente Innocent Records. La Robson ha lavorato in passato con stelline del pop come Billie Piper e Martine McCutcheon ma si è detta molto più interessata a riprendere in mano progetti artistici più consistenti (alla Chrysalis aveva messo sotto contratto editoriale artisti come i Portishead e Talvin Singh). Di conseguenza, i piani di 2M prevedono una concentrazione su artisti a “lunga durata” e con un potenziale di vendita internazionale. “Quel che vogliamo è trovare artisti di qualità che possano vendere album, in Inghilterra come all’estero”, ha dichiarato la Robson al settimanale Music Week. “Oggi è tutto così effimero”, ha aggiunto, “che mi piace l’idea di fare qualcosa di diverso”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.