Celine Dion: il marito nega le accuse di aggressione sessuale

Celine Dion: il marito nega le accuse di aggressione sessuale
Il marito e manager di Celine Dion, Rene Angelil, ha negato di aver aggredito sessualmente, due anni fa a Las Vegas, una donna ordinata pastore di una chiesa battista. Come annunciato oggi, sabato 23 marzo dall'agenzia ANSA, la presunta vittima, Yun Kyeong Sung Kwon, residente a Las Vegas e pastore della Full Gospel World Church, ha presentato querela contro Angelil pochi giorni prima del lancio del nuovo album della Dion, “A new day has come”. “E' ovvio che la causa intentata contro Angelil è un disegno assurdo, pretestuoso e falso”, ha detto Marty Singer, l'avvocato dell'impresario a Las Vegas, in un comunicato diffuso a Montreal. “Celine e tutti coloro che sono vicini a Rene erano da tempo a conoscenza di questo imbroglio e capiscono perfettamente la sua reazione alla prima minaccia di causa”. Nella querela la Kwon e il marito Ae Kwon chiedono un risarcimento danni per una somma non resa nota.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
25 lug
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.