BitTorrent, c'è anche il download legale: 124 milioni di file in sei mesi

Il termine BitTorrent, per l'industria discografica, è sinonimo di pirateria e di file sharing illegale. Sulla base delle rilevazioni effettuate da Musicmetric e pubblicate in questi giorni nel suo Digital Music Index, tuttavia, la società di San Francisco che gestisce il celebre protocollo peer-to-peer reclama la distribuzione di quasi 124 milioni di download musicali legali rilasciati nei primi sei mesi del 2012 attraverso i programmi di promozione concordati con gli artisti. Anche di nome: tra questi Dj Shadow e i Counting Crows, che hanno recentemente definito BitTorrent "la nuova radio" regalando alcuni brani ai fan attraverso il suo sistema di distribuzione, mentre anche il manager dei Radiohead Brian Message ha anticipato che la band di Oxford intende collaborare con la piattaforma californiana.

Gli "scaricamenti" legali si iscrivono su un totale di circa 405 milioni di download musicali conteggiati da Musicmetric nel semestre. "Quel che queste statistiche dimostrano con estrema chiarezza è che esiste una gran quantità di contenuti legittimi e di qualità nell'ecosistema di BitTorrent, e che tali contenuti aggiungono valore alle carriere di artisti ed editori che hanno deciso di pubblicare le loro opere utilizzando il nostro protocollo", ha dichiarato a TorrentFreak Matt Mason di BitTorrent. "Questi", ha aggiunto, "sono solo i BitTorrent Bundles che come società disseminiamo noi stessi, e che sono le uniche cose di cui possiamo tenere traccia. Il numero totale di volte che questi file sono stati condivisi nel mondo è probabilmente molto più alto. E qualunque sia il numero una cosa è certa: dire che BitTorrent serve solo a fare file sharing illegale è assolutamente scorretto".

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.