Italia Loves Emilia, FIMI: 'Non c'entriamo con le interruzioni tv'. F&P conferma

Italia Loves Emilia, FIMI: 'Non c'entriamo con le interruzioni tv'. F&P conferma

Una storia, due verità. Il concertone "Italia loves Emilia" al Campovolo di sabato scorso, 22 settembre, è stato un indiscutibile successo di pubblico (150 mila spettatori), tanto che in un'intervista concessa alla Gazzetta di Reggio Claudio Maioli, manager di Luciano Ligabue e organizzatore dell'evento a fianco dell'F&P Group di Ferdinando Salzano, ipotizza di ripetere l'esperienza magari spalmandola in più serate per permettere a un maggior numero di artisti di partecipare. C'è un ma, però, e quel ma ha fatto discutere giornali (a cominciare dal Corriere della Sera, dove Aldo Grasso, pur lodando i contenuti della diretta televisiva confezionata da Sky, ha scritto che "la miseria della discografia italiana ha rischiato di rovinare tutto") e quegli spettatori/utenti a pagamento dell'offerta pay-tv che si sono lamentati per la diretta "sporcata" da interruzioni, mostrandosi irritati per il mixaggio dell'azione "reale", la musica sul palco, con interviste effettuate nel dietro le quinte.

In un tweet postato durante la diretta del concerto Andrea Scrosati, executive vice president cinema, entertainment & third party channels di Sky Italia, rispondeva alle critiche scrivendo testualmente: "equilibrio tra palco e backstage richiesto dalle case discografiche. ricordiamoci che intero ricavato va ad emilia". Ma nella giornata di oggi le stesse case discografiche, per bocca della maggiore delle loro associazioni di categoria, hanno smentito questa versione con una nota in cui "Fimi-Confindustria, la federazione che rappresenta le principali case discografiche italiane, in merito a quanto riportato da alcuni articoli stampa secondo i quali la diretta di SKY avrebbe coperto, con interventi di commentatori ed ospiti, le esibizioni degli artisti su richiesta della discografia, precisa che tale notizia è priva di fondamento. Le decisioni in merito alla registrazione TV sono state assunte autonomamente da SKY e dall'organizzazione dell'evento". "L'unico coinvolgimento dell'industria discografica è stato relativo al rilascio delle liberatorie degli artisti, puntualmente avvenuto", conclude il comunicato FIMI, sottolineando che "come è noto l'evento è stato trasmesso in diretta radiofonica senza interruzioni". Il presidente di FIMI, al telefono con Rockol, lo ha ribadito: "Delle interruzioni alla diretta noi non sapevamo nulla".

Ferdinando Salzano conferma: "L'operazione 'Italia loves Emilia' è stata gestita dagli artisti in prima persona e dai loro manager: la discografia non ne è stata coinvolta in prima persona, fornendo solo il proprio appoggio senza frapporre alcun ostacolo alle scelte dei propri artisti", ha dichiarato a Rockol il presidente dell'F&P Group. "Mi preme anche far rilevare che su Sky è andato in onda il 70 per cento del concerto. E che tutti gli interventi non musicali, l'altro 30 per cento del programma, erano interviste 'contestualizzate' agli artisti: che era giusto che parlassero, perché 'Italia loves Emilia' non è stato un concerto normale ma aveva una motivazione forte e un messaggio chiaro. Ci è sembrato giusto fornire un plus e un prodotto esclusivo ai centocinquantamila che sono accorsi a Reggio Emilia, in treno o in auto, da tutta Italia pagando un biglietto per vivere l'evento sul luogo. Gli altri, compresi coloro che hanno pagato 10 euro per la diretta Sky, potranno riviverlo per intero quando uscirà il dvd".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.