Universal-EMI, dopo il sì dell'Australia domani arriva quello dell'Europa?

Incassata (senza ulteriori concessioni) l'appprovazione dell'Australia, che si unisce così a Canada, Giappone e Nuova Zelanda, Universal Music attende per domani, secondo insistenti indiscrezioni, il via libera della Commissione Europea all'acquisizione degli asset discografici della EMI.

Fonti ufficiose insistono nel sottolineare che ciò avverrà a costo di pesanti disinvestimenti, che il Wall Street Journal calcola - su quali basi non è chiaro - in misura del 60 per cento delle attività di EMI in Europa.

Rifacendosi a notizie trapelate già a luglio, altri insider sostengono invece che Universal provvederà a liquidare anche una parte del suo patrimonio preesistente, inclusi la sua filiale greca, Cooperative Music e Sanctuary.

Secondo quanto comunicato ai suoi dipendenti  dall'amministratore delegato della EMI Roger Faxon, inoltre,  la major capitanata da Lucian Grainge .è pronta a rinunciare anche allo storico e redditizio catalogo della Parlophone, con l'eccezione dei Beatles.

Numerosi soggetti, tra cui società finanziarie e imprese musicali come Sony Music, BMG Rights Management, Mute, Domino e PIAS (ma anche Patrick Zelnik della Naive e l'ex proprietario della Virgin Richard Branson) avrebbero già manifestato il loro interesse all'acquisto di porzioni dei cataloghi e delle attività disinvestite. La Commissione Europea dovrebbe in ogni caso comunicare la sua decisione entro il 27 settembre. Non si conoscono ancora, invece, i tempi previsti per l'approvazione dell'operazione da parte delle autorità statunitensi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.