Cambio della guardia in Virgin: esce di scena Alboni

La notizia, nell'aria da diversi giorni, è ormai data per certa (anche se per il momento nessun commento è filtrato né da fonte EMI né da parte del diretto interessato): Marco Alboni, general manager della Virgin, non fa più parte dell'azienda guidata da Riccardo Clary.
Stando alle indiscrezioni raccolte da Rockol, la situazione di “crisi” che ha portato al divorzio tra Alboni e la società si sarebbe acuita nell'arco delle ultime settimane. Per avere informazioni più precise sulla vicenda, tuttavia, sarà necessario attendere le dichiarazioni e i commenti delle parti in causa: che per il momento, come detto, mantengono uno stretto riserbo.
Alboni, 36 anni, da molti considerato uno dei manager più brillanti della nuova generazione di discografici italiani, era approdato in Virgin nel dicembre del '96 dopo quattro anni trascorsi tra EMI e PolyGram; all'inizio del '98 aveva assunto l'incarico di co-general manager dell'etichetta, mentre dal giugno del 2001 le sue responsabilità, prima limitate al repertorio internazionale, al catalogo e ai progetti speciali, erano state estese al marketing e all'A&R per il repertorio locale. Durante la sua permanenza in Virgin, l'etichetta ha lanciato e consolidato artisti internazionali come Lenny Kravitz, Manu Chao, Lene Marlin e Jarabe de Palo, ottenendo buoni riscontri commerciali, sul fronte del repertorio locale, con nomi come Tiromancino, Max Gazzè e Marlene Kuntz. Il 2001 non è stato tuttavia un anno brillante per la società del gruppo EMI, che ha piazzato tre soli artisti (Manu Chao, Depeche Mode e Lenny Kravitz) nella Top 40 degli album più venduti.
Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.