Pirateria musicale: nei guai oltre 3000 fan dei Lacuna Coil

Pirateria musicale: nei guai oltre 3000 fan dei Lacuna Coil

La Century Media, etichetta che cura gli interessi dei Lacuna Coil, ha depositato presso il tribunale del New Jersey 3136 numeri IP utilizzati per scaricare illegalmente altrettante copie dell'ultima prova in studio della band milanese, "Dark adrenaline": benché al momento nessuna persona fisica sia formalmente indagata, il tribunale potrebbe accogliere l'istanza presentata dall'etichetta, obbligando così i provider a fornire le generalità degli intestatari dell'abbonamento.

"Quello che la maggior parte della gente fatica a capire è la cattiva influenza che ha questo modo di fruire la musica", ha dichiarato il rappresentante dalla label, Jay McDaniel, al sito NorthJersey.com: "Condotte del genere danneggiano non solo l'artista e l'etichetta chiamati in causa, ma l'industria discografica e creativa in generale. Il download illegale ha raggiunto ormai proporzioni enormi: quotidianamente migliaia di album vengono scaricati gratuitamente, privando così i titolari del diritto d'autore del legittimo valore della propria opera. Questo uccide le piccole realtà e ha un effetto devastante su tutta la discografica. Nel music business non sono più le vendite dei dischi a trainare il comparto: oggi sono le attività dal vivo a farlo. Questa è la prova che la pirateria musicale abbia raso al suolo un intero settore".



Contenuto non disponibile


Se identificati e giudicati colpevoli, i file sharer trovati in possesso dei file incriminati potrebbero fare fronte a condanne simili a quella comminata a Jammie Thomas-Rasset, che - secondo una sentenza di secondo grado emessa dal tribunale di Saint Paul, nel Minnesota - sarà costretta a pagare 9.250 dollari per ogni canzone scaricata illegalmente dalla piattaforma Kazaa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.