Fonti Usa: Universal e Sony autorizzano il servizio music cloud di Google

Dopo avere anticipato, in giugno, il raggiungimento di un accordo tra  Amazon e una parte dell'industria discografica in merito alle licenze per il servizio Cloud Drive, è ancora CNET a pubblicare la notizia di un cruciale passo avanti  per l'analogo servizio di music cloud proposto da Google. La società di Mountain View, stando alle "molteplici fonti dell'industria musicale" citate dal sito di informazione tecnologica, avrebbe già messo nero su bianco con Universal Music e Sony Music, le due principali case discografiche (per ampiezza di catalogo e quota di mercato) del mondo, mentre le trattative si starebbero prolungando con la terza e quarta forza del mercato,  Warner Music ed EMI: entrambe le case discografiche, secondo CNET, non sarebbero ancora pienamente convinte della bontà del modello di business proposto.

    Dopo avere anticipato, in giugno, il raggiungimento di un accordo tra  Amazon e una parte dell'industria discografica in merito alle licenze per il servizio Cloud Drive, è ancora CNET a pubblicare la notizia di un cruciale passo avanti  per l'analogo servizio di music cloud proposto da Google. La società di Mountain View, stando alle "molteplici fonti dell'industria musicale" citate dal sito di informazione tecnologica, avrebbe già messo nero su bianco con Universal Music e Sony Music, le due principali case discografiche (per ampiezza di catalogo e quota di mercato) del mondo, mentre le trattative si starebbero prolungando con la terza e quarta forza del mercato,  Warner Music ed EMI: entrambe le case discografiche, secondo CNET, non sarebbero ancora pienamente convinte della bontà del modello di business proposto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.