Sanremo, Filippa Giordano duetterà con l'ex-Abba Frida, Ruggeri a Sarajevo

Sanremo, Filippa Giordano duetterà con l'ex-Abba Frida, Ruggeri a Sarajevo
Filippa Giordano duetterà con Anni-Frid Lyngstad Fredriksson Andersson, meglio nota come Frida, la “bruna” degli Abba. Lo ha rivelato a Rockol la stessa Giordano, in questi giorni in gara al Festival di Sanremo con “Amarti sì”. La Giordano pubblicherà il prossimo 15 marzo ”Il rosso amore” disco prodotto da Robin Smith che conterrà oltre alla canzone sanremese brani scritti da Lucio Quarantotto, Claudio Corradini, Alberto Salerno, Roberto Solci e Adriano Maria Macello e arie classiche tra cui il “Va pensiero” di Verdi.
“Ho avuto la conferma oggi”, ci ha raccontato la cantante. “E' un'artista grandissima, lontana dalle scene internazionali da oltre quindici anni. Dovremmo incidere il duetto verso aprile/maggio. Reincideremo un brano di quelli già inclusi nel mio disco, “La barcarolle” di Jacques Offenbach, tratta dai racconti di Hoffman. La canzone è già di per sé un brano a due voci femminili, per cui è perfetta per l'occasione”. “Djupa Andetag”.l'ultimo disco di Frida inciso nella lingua madre svedese, è stato pubblicato oltre cinque anni fa. L'ultima prova “internazionale” della cantante, invece, risale ben al 1984, quando venne pubblicato l'album “Shine”. Gli Abba si sciolsero nel 1982.
Il duetto, secondo quanto affermato dalla Giordano, sarà con ogni probabilità il secondo singolo estratto da “Il rosso amore”, a seguito del sanremese “Amarti sì”. Oltre che in Italia, il CD verrà pubblicato tramite la Warner, in diversi paesi, come la Germania e il Canada.
Notizie anche sul fronte di un altro artista sanremese, Enrico Ruggeri. Il repackaging dell'album dal vivo, oltre alla canzone presentata a Sarajevo conterrà un altro brano inedito, “I naviganti”. “Si tratta di uno ska chitarra e fisarmonica scritto dal baldanzoso Schiavone”, ci ha spiegato il cantante che ha annunciato anche di essere a buon punto nell'organizzazione di un concerto a Sarajevo “Devo trovare ancora qualche sponsor, perché non avrebbe senso fare un concerto benefico e far pagare il biglietto ai cittadini di Sarajevo per poi ridargli i soldi. Sarebbe come dire ai cittadini di Sarajevo un po' più ricchi di dare un contributo a quelli meno fortunati. Non serve organizzare un concerto”.
Più imminente l'impegno con l'associazione non governativa Nessuno tocchi Caino. “Giovedì prossimo sarò a Madrid come rappresentante dell'Italia insieme con Oliviero Toscani per il grande ritrovo organizzato contro la pena di morte. Mi ha fatto piacere che abbiano individuato nella mia canzone quei segnali di positività e tolleranza che sono alla base di un movimento del genere”. Infine, Enrico ha annunciato che nei primi giorni di aprile sarà al teatro Eliseo di Roma con il primo di una serie di concerti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.