Alan McGee, lo scopritore degli Oasis: 'Sto pensando di rilanciare la Creation'

Lo scorso mese di maggio Alan McGee, noto soprattutto per avere lanciato gli Oasis, aveva annunciato l'intenzione di tornare nel music business, rivelando di essere in trattative con alcuni partner e finanziatori giapponesi. E ora sembra voler dare effettivamente seguito a quella promessa progettando di rimettere in moto proprio l'etichetta, Creation Records, che diventò una bandiera del Brit Pop pubblicando oltre ai dischi dei fratelli Gallagher quelli di Primal Scream, Teenage Fanclub, Super Furry Animals e My Bloody Valentine.

"Devo finire l'editing del mio film 'Kubricks' (realizzato con l'artista Dean Kavanagh) e consegnare il libro che mi sono impegnato a scrivere, ma a essere onesti sto seriamente pensando di far ripartire la Creation o magari anche di chiamare l'etichetta in un altro modo, sempre che riesca a trovare la gente giusta con cui lavorare", ha spiegato il cinquantunenne scozzese di Glasgow alla rivista online Louder Than War. "La musica", ha continuato ribadendo un concetto da lui già espresso in passato, "ha bisogno di un calcio nelle palle. E dopo avere collaborato al (festival) Tokyo Rocks mi è tornato il vecchio tarlo. E' stato mentre tornavo in volo dal Giappone con i Primal che mi sono accorto di amare ancora questo lavoro".  .


McGee fondò la Creation nel 1983, chiudendo i battenti nel 1999. Lanciò successivamente un'altra etichetta discografica, la Poptones, ritirandosi definitivamente dall'attività discografica nel 2007.   
 

 
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.