Sanremo, Baudo: 'bastano 3 o 4 canzoni per fare un grande Festival'

Sanremo, Baudo: 'bastano 3 o 4 canzoni per fare un grande Festival'
13.374.000 di spettatori e share 45,97 nel prime time: questi i dati (in calo) della seconda serata del Festival di Saremo. Per la cronaca, e per tornare all'argomento che ci compete – la musica, i picchi non sono stati registrati durante delle esibizioni canore, ma durante delle presentazioni: 15.547.000 di spettatori alle 21.48, durante il “lancio” di Gianni Fiorellino e 62.96% di share alle 23.44 all'introduzione dei Timoria.
In sala stampa, alla “conferenza del giorno dopo”, Pippo Baudo cerca di smentire una voce circolante (ma supportata dai dati): le canzoni non fanno ascolto; appena i Big iniziano a cantare, molta gente cambia canale: “Credo che il Festival vada giudicato nella sua globalità. Uno storico patron di Sanremo, Gianni Ravera, diceva che bastano 3 o 4 canzoni per fare un grande festival. Per correttezza non posso fare nomi, ma in questa edizione ci sono. Stiamo creando un'inversione di tendenza e di questo i discografici mi stanno dando atto”. Ma allora, perché aumentare il numero delle canzoni a 20, se ne bastano poche buone? “Non si può sapere prima quale brano funzionerà. Sono conscio che alcune canzoni sono dei tentativi anche un po' arditi, ma non è un gioco al massacro”.
Nessuno show al Roof dell'ariston, oggi: il “comico” della serata, Teo Teocoli, arriverà solo nel pomeriggio. Baudo si presenta accompagnato dall'attore Giulio Scarpati (che presenterà gli ospiti stranieri e omaggerà Luigi Tenco, ma che parla poco e solo su sollecitazione diretta dei giornalisti) e dall'assessore Bissolotti.
A quest'ultimo, tra le altre cose, viene chiesto di rendere conto della criticata Accademia di Sanremo, che ogni anno seleziona quattro giovani (Rockol se n'è occupata in più di un'occasione -vedi news). “L'accademia è data in appalto alla Publimod, con cui c'è un regolare contratto scaduto quest'anno. Verrà fatto un bando per assegnare un altro appalto. Il Comune, comunque è fiero di avere sostenuto l'Accademia, da cui sono venuti fuori nomi come i Quintorigo, che hanno vinto il premio della critica. Ieri sera i due artisti in gara provenienti dall'ccademia, Anna Tatangelo e i Botero, hanno superato la prima selezione e questo parla da sé”, afferma Bissolotti. “Non mi esprimo sui giovani promossi ed eliminati”, gli fa eco Baudo, “ma alla fine ci renderemo conto che le giurie hanno votato bene”.
Altra polemica musicale riguarda Loredana Berté. La cantante nelle due interpretazioni sul palco dell'Ariston, ha cambiato alcune parole rispetto al testo depositato; da regolamento andrebbe quindi squalificata. Le modifiche sono stati concordate e/o verranno tollerate? “L'interprete davanti al microfono può cambiare qualche parola”, spiega Pippo. “L'ho sollecitata più volte personalmente, e le abbiamo mandato anche una lettera ufficiale chiedendole di rispettare il testo. Se dovessimo applicare alla lettera il regolamento, facendo entrare i carabinieri alla prima parola cambiata, si finirebbe nel ridicolo. Anche Sinatra cambiava le parole di 'My way…”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.