La Virgin Records America denuncia gli Smashing Pumpkins

La Virgin Records America, casa discografica degli Smashing Pumpkins, ha citato in giudizio la band di Chicago per "rottura di contratto": il gruppo non avrebbe rispettato i termini di consegna degli album stabiliti nell’accordo con l‘etichetta.
Un portavoce della Virgin, che ha intenato la causa presso la Corte di Los Angeles, ha tenuto però a precisare che la situazione non pregiudica l’uscita di "Adore", prevista per maggio (in ritardo, si suppone...). Billy Corgan, D'arcy Wretzky, James Iha e Jimmy Chamberlain si sarebbero premurati di consegnare solo tre album su sette previsti dopo la firma del contratto risalente al 1991.
No comment da parte del gruppo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.