BMG Ricordi, pieni poteri a Berwick

Otto mesi dopo l'uscita di scena di Franco Reali (vedi news), Adrian Berwick ha ricevuto l'investitura ufficiale a successore del presidente uscente della BMG Ricordi SpA. Il passaggio “differito” di consegne è stato suggellato da un comunicato diffuso nella giornata di martedì 26 febbraio, con il quale l'azienda del gruppo Bertelsmann formalizza la nomina di Berwick a presidente e amministratore delegato di BMG Ricordi: nel nuovo ruolo, che comporta una responsabilità allargata alle funzioni di carattere amministrativo-legale e alla gestione del personale (con l'esclusione delle edizioni musicali, che continuano a far capo a Tino Cennamo), il manager di origine argentina risponderà al presidente di BMG Europe Thomas M. Stein.
Berwick, che vanta un'esperienza professionale internazionale (durante la sua permanenza nel gruppo PolyGram, oggi Universal, ha lavorato in Olanda, Argentina e Gran Bretagna prima di approdare in Italia nel 1990 come direttore della divisione Polydor), appartiene alla nuova generazione di top manager ai vertici delle major italiane, al fianco di colleghi come Massimo Giuliano (Warner Music) e Riccardo Clary, presidente e amministratore delegato di EMI e Virgin; 43 anni compiuti, da circa sei è in forze all'organico di BMG, dove ha ricoperto via via gli incarichi di direttore generale BMG Records, managing director di BMG e Ricordi (le due divisioni/etichette del gruppo) e, dal luglio 2001, consigliere delegato del gruppo discografico (carica, quest'ultima, conferitagli contemporaneamente all'uscita di scena di Reali dall'allora responsabile europeo del gruppo Richard Griffiths).
Fiore all'occhiello di Berwick, nel periodo in cui è stato alla guida dell'azienda, è l'incremento della quota di mercato conseguita sulle vendite del repertorio italiano (passata in un anno dal 25 al 32 %, secondo dati certificati dalla PriceWaterhouse Coopers), grazie ad un cast di artisti locali che oggi comprende nomi come Eros Ramazzotti, Lucio Dalla, Giorgia, Pino Daniele, Antonello Venditti e Luca Carboni. E che dovrebbe ulteriormente rafforzarsi nel corso dei prossimi mesi, a dispetto di una tendenza generalizzata a tagliare i “roster” in risposta alla contrazione delle vendite. “Vogliamo sviluppare ancora il cast degli artisti gestiti direttamente dalle nostre due etichette, BMG e Ricordi”, ha anticipato Berwick a Rockol. “La linea che intendo seguire nel futuro prevede una concentrazione degli sforzi su progetti selezionati, mentre ridurremo gli investimenti destinati alla sperimentazione e al sostegno di etichette e team di produzione esterni. Per il resto, con i nuovi incarichi, non cambia gran che: tutto resta 'business as usual'”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.