Artisti soul contro le major: 'Non vogliamo la nostra musica on-line'

Una corte d’appello newyorkese ha rimesso in moto la battaglia giudiziaria che i membri dei gruppi Chamber Brothers, Coasters e Drifters – come dire tre pilastri fondamentali della storia del soul neroamericano - avevano ingaggiato due anni fa contro le società AOL Time Warner, Sony, Bertelsmann, Vivendi Universal e MP3.com.
La vertenza si riferisce alla facoltà concessa alle major discografiche (e al sito Web musicale fondato da Michael Robertson e ora di proprietà Vivendi) di diffondere on-line registrazioni incise da quei gruppi prima del 1966 sulla base di clausole contrattuali di cui gli stessi artisti contestano l’esistenza. Le loro pretese erano state respinte in prima istanza dal giudice Jed Rakoff (noto nell’ambiente musicale per avere seguito tutta la vertenza riguardante MP3.com, vedi news), ma i giudici di appello hanno richiesto al magistrato di riesaminare la questione e i contenuti dei contratti discografici in oggetto: in sostanza, il tribunale d’appello ha accolto la tesi secondo cui la diffusione on-line delle canzoni non sarebbe stata consentita dagli accordi contrattuali e avrebbe finito per arrecare un danno, in termini di mancate royalty e di mancate vendite, agli artisti stessi per effetto dei download gratuiti e non autorizzati effettuati in rete dai consumatori.
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.