I Modena City Ramblers:
'Bisogna cambiare rotta!'

I Modena City Ramblers: 'Bisogna cambiare rotta!'
I Modena City Ramblers hanno realizzato “Radio Rebelde”, il loro sesto album, senza due storici componenti della band: Giovanni Rubbiani e Alberto Cottica. “Cisco”, il cantante, sostiene di averne sentito molto la mancanza sul piano umano, ma, probabilmente, questo cambiamento ha permesso al gruppo emiliano di evolversi ottenendo un sound più maturo: “Invece di sostituire Giovanni e Alberto, abbiamo deciso di fare forza su noi stessi modificando drasticamente il nostro suono” ha spiegato Cisco, “Quando due elementi così importanti lasciano una band ti devi mettere in discussione. Così io ho imparato a suonare meglio la chitarra e il flautista ora suona anche la tromba”. Lo stile attuale dei MCR guarda molto più ai tempi in cui viviamo; pur mantenendo le sue radici nella musica punk e reggae del passato, esso si confronta con un suono più moderno, in cui si fondono l’elettronica, i campionamenti ed alcuni inserti vocali e percussivi. “Ora c’è un notevole ridimensionamento della preponderanza irlandese che ha sempre caratterizzato il nostro sound” ha spiegato Cisco, “E che adesso è diventata solo una parte di tante cose che fanno i Modena City Ramblers. Il nostro suono è aggiornato ai tempi in cui viviamo”. “Radio Rebelde” prende il nome dalla storica Radio fondata da Che Guevara durante la rivoluzione. Era un’emittente “contro tutto e tutti”, così come vogliono essere i sette musicisti di Modena: “Desideriamo diventare una radio fuori dal coro, contro l’omologazione dell’informazione e della musica. Oggi, per essere in rotazione radiofonica, devi avere un pezzo standard, che obbedisca a certi canoni. Noi non abbiamo degli standard da seguire, e affianchiamo pezzi etnici a pezzi reggae”.
Il nuovo album è stato registrato a Napoli, la città del loro nuovo produttore Enzo Rizzo, che vanta tra le sue collaborazioni anche Manu Chao e i Mano Negra. Napoletani sono anche Marcello Colasurdo e Daniele Sepe, due musicisti che hanno suonato in alcuni brani del nuovo disco. La vera chicca di “Radio Rebelde” è il testo di “Una perfecta excusa”, primo singolo tratto dal CD, scritto dal celebre romanziere Luis Sepulveda con il quale i MCR hanno un ottimo rapporto di stima e di amicizia. “Avevamo incontrato per la prima volta Luis ad una festa della letteratura: lui ha conosciuto la nostra musica e il nostro modo di pensare. Ha collaborato con noi anche in ‘Fuori campo’ e poi tra noi è nato un bellissimo rapporto, tanto che tempo fa siamo andati a suonare alla sua festa di compleanno”. I Modena sono decisamente un gruppo della “rossa” Emilia, ma non sembrano preoccuparsi di quella fetta di pubblico che non la pensa come loro: “Siamo tranquilli: cantiamo e diciamo quello che pensiamo. Non siamo finti o fasulli. Sappiamo che possiamo dare fastidio a qualcuno, ma confidiamo nell’intelligenza di chi sente quello che esprimiamo. Non offendiamo nessuno e a volte e diffondiamo le nostre idee in modo distaccato. Ad esempio abbiamo scritto un pezzo contro la guerra, ‘Terra del fuoco’, dove un ipotetico viaggiatore extraterrestre viene sulla terra e vede le guerre, gli odi secolari e i soprusi. Scrivere di queste cose alla fine è molto semplice. Non vogliamo dire che alcuni sono buoni e altri cattivi, vogliamo solo che la gente prenda coscienza di una cosa: che tutti dobbiamo cambiare rotta, indipendentemente dalla fede politica”. Molto toccante è anche l’ultima canzone dell’album “Triste y solitario final”, nel quale la band invita gli uomini ad imparare ad assaporare le piccole cose: “Ci riempiamo la vita di cose inutili e non ci accorgiamo che guardare la luna una sera ci può dare una gioia infinita. Non abbiamo più il tempo di porci quelle domande che ci fanno crescere”. E non sono solo parole quelle dei Modena City Ramblers: la band è infatti impegnata in numerosi progetti umanitari perché, come ha tenuto a precisare lo stesso Cisco: “Ci sono tante cose da fare prima come persone e poi come gruppo”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
16 gen
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.