NEWS   |   Italia / 21/02/2002

Premio Recanati: ecco i 16 finalisti in lizza

Premio Recanati: ecco i 16 finalisti in lizza

La commissione di Musicultura ha reso noto l’elenco dei sedici finalisti in lizza per la tredicesima edizione del “Premio Città di Recanati”, prestigiosa kermesse in programma il 30 e 31 maggio prossimi, e che chiuderà il battenti il primo di giugno 2002. Da questa rosa di artisti verranno selezionati (grazie alle votazioni del pubblico che potrà ascoltare i 16 pezzi scelti dalla giuria su Radio 1 Rai, Stream Tv e Internet) 8 gruppi o musicisti che si affronteranno sul palco recanatese, e le cui esibizioni verranno trasmesse in diretta da Radio 1 Rai e Stream TV. Al vincitore andrà una borsa di studio del valore di 20.658 €; la commissione artistica, inoltre, assegnerà una “Targa della Critica” di 5.165 € e tre borse di studio del valore di 2.582 ciascuna. In ogni caso, tutti i 16 brani selezionati fino ad oggi andranno a comporre la scaletta della compilation del “Premio Recanati”, che verrà edita da Musicultura con la collaborazione della Amiata Records. Ecco, in sintesi, una breve scheda dei finalisti:


Patrizia Liquidara è un’insegnante di tecnica vocale catanese di 29 anni che vanta alcune importanti collaborazioni con artisti come Califano Barsotti. Attualmente Patrizia lavora con gli Hotel Rif, una band di musica balcanica, zingara, araba e tradizionale veneta.

I Barillaz nascono nel 2001 e sono composti da Carine Jurdant, Frank Prota, Antonio Stefanelli, e Daniele Bucci. Alcuni membri della band hanno suonato anche con altri gruppi, tra cui Le Loup Garou e i Nani Nudi. I Barillaz hanno collaborato anche con la regista Ludovica Rambelli, compiento importanti esperienze anche in ambito teatrale.

Federico Bisciari è originario di Urbino e ha 30 anni. Ha iniziato a comporre musica circa 10 anni fa, cercando di trovare soluzioni originali sia per i testi, sia per le melodie, ma mantenendo sempre vive le sue radici blues.

Luca Maggiore, 27 anni, ha lavorato in molti locali come musicista e ha collaborato in qualità di vocalist con l’orchestra di Beppe Vessicchio al “Disco per l’Estate”. Originario di Legnano, coltiva la sua passione per la musica dall’età di 13 anni e nel 2001 firma il suo primo contratto discografico proponendosi come cantautore.

I Dinamika sono: Maya (voce e percussioni), Paolo Termini (chitarra classica, acustica, elettrica, programmazioni), Pino Grimaldi (tastiere), Roberto Sansone (batteria), Giancarlo Musto (voce) e Diego Iannacone (basso). Provenienti tutti da diverse realtà musicali, dicono che il loro progetto sia “l’espressione di un Mediterraneo sempre più evoluto e multimediale”.

Gionata è un musicista ticinese che compone brani in italiano intrisi di suoni acustici ed elettronici, la cui caratteristica principale sono i testi surreali. Dopo aver pubblicato nel 1996 un album con gli “Isolati Piovaski”, decide di intraprendere la carriera da solista realizzando nel 2001 un album dal titolo “Mi sono acceso”.

Paolo Pieretto ha 23 anni e ama definirsi “un artigiano di parole”. Nato a Lecco cresce ascoltando i grandi della canzone d’autore italiana ed americana. Paolo compone personalmente le sue canzoni dedicando molta attenzioni ai testi che sono ironici, critici ed introspettivi.

Il gruppo dei M.I.G. nasce nel 1997 da Luciano D’Abbruzzo, che riunisce nel suo progetto Andrea Marino, Nicola Bucciarelli, Antonello Quattrociocchi e Andrea Svanisci. Il gruppo ha realizzato nel 1997 il singolo “Cerco un altro segno”, seguito nel 200 dal CD “Cose che non sai”. L’ultimo lavoro della band si intitola “Neuro” ed è prossimamente in uscita.

La livornese Candida Niera, 26 anni, dopo aver conseguito un diploma in scenografia e in recitazione, inizia a studiare educazione della voce con Iva Formigoni e Antonella Astolfi. Si dedica poi allo studio del canto con Lidia Stix.

Antonio Quadrello vanta una grossa esperienza come compositore e come musicista. Ha pubblicato un singolo con una casa discografica di Roma e ora sta lavorando alla preparazione del suo primo album.

Eugenio Balzani ha pubblicato il suo primo CD dal titolo “Blu” nel 1996. Nel 2000 si esibisce al Teatro Comunale di Cesenatico con “Temporale” il suo ultimo disco. Entrambi i suoi lavori discografici sono stati proposti integralmente nel Notturno di Rai International.

Alessio Sol, Davide Munno, Isaia, Elio Destefan, Ciro Fatt sono i Keplero. La band punk-rock country scrive testi molto scarni ed essenziali nel “tentativo di trattare argomenti complessi con parole semplici”.

Adriano De Simeis è di Monza e ha 25 anni. Suona la chitarra da quando aveva 14 anni e, dopo aver suonato per due anni nei Bluespay, ora sta lavorando alla realizzazione del suo primo disco.

La trentenne romana Tiziana Rosati ha sempre alternato la sua attività di autrice di testi teatrali con quella di cantante: dal 1994 è entrata a far parte de Roma Spiritual Group, con il quale si esibisce al Festival New Orleans di S. Raphael.

Stefano Ferrari è nato nel 1973 nella provincia di Milano. Dal 1992 ha cantato il funky e il rock in diverse cover band, lavorando parallelamente alla realizzazione di brani di sua composizione. Nel 2000 ha fondato la Stefano Ferrari Band, formata da musicisti provenienti dalla cultura jazz.

I Sudando sono una band che mescola sonorità jazz, world music e musica tradizionale. Formatosi nel 2001, il gruppo è composto da: Donato Romano, Vincenzo Bavoso, Tommaso Bergamo, Davide Sorrentino, Domenico Ceraso, Peppe Lacommare e Paola Salurzo. L’anno scorso i Sudando si sono qualificati tra i semi finalisti del Premio Città di Recanati.