Nuova udienza per concedere la libertà vigilata all'uomo che uccise Lennon

Nuova udienza per concedere la libertà vigilata all'uomo che uccise Lennon

La prossima settimana si terrà una nuova udienza - la settima dal 2000 - per stabilire se concedere la libertà vigilata a Mark David Chapman, l'uomo che uccise John Lennon l'8 dicembre del 1980. Secondo il sistema giudiziario americano, dopo vent'anni di detenzione un condannato all'ergastolo (è il caso di Chapman, che è stato giudicato colpevole di omicidio di secondo grado) ha diritto di vedere discussa la possibilità della concessione della libertà vigilata, per buona condotta in carcere. Chapman, che oggi ha 57 anni, è stato detenuto nel carcere di Attica fino allo scorso maggio, poi è stato trasferito a Wende. Le udienze che si sono tenute finora, appunto ogni due anni, a partire dal 2000, si sono sempre concluse con la negazione della concessione. Yoko Ono, la vedova di Lennon, ha sempre sostenuto di temere per la propria vita e quella dei due figli di John, Julian e Sean, nel caso Chapman fosse rimesso in libertà. Naturalmente i membri della commissione sono perfettamente consapevoli del fatto che una eventuale concessione della libertà vigilata a Chapman susciterebbe una forte reazione mediatica, ed è probabile che anche questa volta si comportino di conseguenza.

Dall'archivio di Rockol - Le frasi memorabili di John Lennon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.