UK, venduto il 20% del festival di Glastonbury

UK, venduto il 20% del festival di Glastonbury
Michael Eavis, lo storico patron del festival di Glastonbury, la maggior manifestazione musicale dell’estate europea, ha venduto il 20% della proprietà del popolare “Glasto” all’organizzazione Mean Fiddler. Quest’ultima, un tempo operante solo nell’ambito del ridotto locale londinese dallo stesso nome, è ora proprietaria di altri locali come l’Astoria ed è addirittura quotata alla Borsa di Londra. Eavis, seppur con annate “buche”, organizza la kermesse dal 1971 ed in più di un’occasione ha manifestato la volontà d’affidarla ad altri dopo averla traghettata oltre il 2000. Intanto i biglietti per l’edizione 2002, che si svolgerà dal 28 al 30 giugno, saranno posti in vendita a partire da venerdì 15 febbraio. Costo del singolo tagliando: 97 sterline, circa 155 euro. Tra i possibili headliner, Rod Stewart e membri dei Pink Floyd.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.