Ancora un cambio della guardia in EMI: stavolta tocca alla Spagna

Ancora un cambio della guardia in EMI: stavolta tocca alla Spagna
Alain Levy (ieri, 11 febbraio, in Italia per incontrare i dirigenti locali della EMI) ha messo a posto un'altra tessera del suo mosaico. Tocca, questa volta, alla filiale spagnola, che a pochi giorni dalla nomina di Tony Wadsworth e Udo Lange come responsabili unici delle due etichette del gruppo (Capitol e Virgin) rispettivamente in Gran Bretagna e in Germania (vedi news), annuncia il cambio al vertice con l'argentino Roberto “Chacho” Ruiz in sostituzione di Miguel Angel Gomez, ex presidente di EMI (ora Capitol Records). Resta invece al suo posto il numero uno di Virgin, Lydia Fernandez, ma in posizione subordinata rispetto al nuovo presidente di EMI Recorded Music, che avrà responsabilità diretta su entrambi i marchi del gruppo (a sua volta, Ruiz risponderà al presidente e amministratore delegato EMI per l'Europa continentale, il francese Emmanuel de Buretel).
Ruiz proviene dalla filiale argentina della EMI, di cui è stato presidente per sei anni; alla major britannica sono legate anche le sue prime esperienze professionali in discografia (nei primi anni '70), prima del passaggio, nel 1981, alla Warner Music Argentina di cui fu nominato presidente nel 1990. Dal suo predecessore, Ruiz eredita un “roster” locale molto consistente che include artisti come Hevia e il gruppo rock Dover.
Gomez, dal canto suo, era in EMI dal 1995, e due anni dopo ne aveva assunto la presidenza. Proveniva dalla Warner, cui era approdato in seguito all'assorbimento nella East West della DRO, l'etichetta indipendente che aveva contribuito a fondare nel 1980.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.