NEWS   |   Industria / 13/02/2002

Partnership tra MN e Parole & Dintorni: primo passo verso una fusione?

Partnership tra MN e Parole & Dintorni: primo passo verso una fusione?
Anche in Italia è il momento dei “merger” e delle partnership. Dopo gli accordi e le acquisizioni che hanno avuto recentemente per protagonisti i maggiori promoter locali di musica dal vivo (vedi news), sono ora due delle agenzie di comunicazione più note del settore a decidere di mettere in comune risorse e know how, sia pure – almeno per il momento – limitatamente ad alcuni progetti specifici, alcuni dei quali già in fase di programmazione e di allestimento.
L’esordio sul campo della nuova partnership tra la romana MN/Media Network e la milanese Parole & Dintorni dovrebbe avvenire in occasione del prossimo festival di Sanremo, dove le due agenzie gestiranno congiuntamente la promozione degli artisti legati alla Panama Records di Enzo Miceli, Daniele Silvestri (in gara tra i big) e Giuliodorme (in competizione tra i “giovani”). A luglio le due società collaboreranno ad un altro progetto, organizzando congiuntamente un concorso musicale per esordienti, il Giffoni Music Concept, legato al Giffoni Music Festival (in palio per il gruppo o il solista prescelto dal pubblico ci sarà la realizzazione di un videoclip professionale).
L’accordo annunciato dalle due agenzie mette in collegamento due organizzazioni tra le più agguerrite nei rispettivi territori di competenza: l’una, la MN di Umberto Maria Chiaramonte e Andrea Scrosati, molto attiva sul fronte televisivo (con il programma di Lucio Dalla e Sabrina Ferilli “La bella e la besthia”, la nuova edizione di “Carramba che sorpresa” e i recenti show di Fiorello, Panariello e Adriano Celentano, di cui l’agenzia cura da qualche tempo anche la promozione discografica); l’altra, la Parole & Dintorni di Riccardo Vitanza, sempre più “introdotta” nell’ambiente discografico e musicale (tra i suoi clienti figurano il Premio Recanati, il Jammin’ Festival di Imola, artisti di successo come Jovanotti, 883 e Gianna Nannini e il cantautore esordiente Pacifico, del cui disco di debutto Vitanza è anche produttore esecutivo). E sembra aprire le porte a molteplici possibilità per il futuro, all’insegna dell’integrazione tra cinema, musica e TV: “Non si tratta tanto di condividere il rispettivo portafoglio clienti”, spiega Vitanza, “perché ogni agenzia manterrà per il momento identità separata ed autonomia di gestione: nel senso che Celentano resta un cliente di MN così come di Jovanotti continuerà ad occuparsi Parole & Dintorni. Piuttosto, come dimostra il progetto del Giffoni Music Concept, l’idea è di sfruttare l’esperienza acquisita nel mondo della comunicazione per allargare la nostra sfera di intervento, quando possibile, anche alla produzione ed organizzazione di eventi. Anche al di fuori dell’ambito dello spettacolo e, per quel che mi riguarda, di quello musicale: perché oggi, purtroppo, la musica non paga”.
All’orizzonte, aggiunge Vitanza, c’è anche l’ipotesi di una fusione societaria: “Vedremo come andranno le cose durante questi primi sei mesi di collaborazione, durante i quali selezioneremo i progetti da gestire in comune proseguendo per il resto su strade separate. La messa in comune di organici e strutture e la compartecipazione societaria, magari aprendo la porta ad altri partner potenziali, è un’ipotesi su cui stiamo riflettendo”.