Nasce Futurmusic: musica e tecnologia al Futurshow di Bologna

Nasce Futurmusic: musica e tecnologia al Futurshow di Bologna
Nelle intenzioni degli organizzatori dovrebbe essere la continuazione in chiave tecnologica e, appunto, “futurista”, del defunto Salone della Musica di Torino: organizzato per la prima volta nell’ambito del Futurshow di Bologna (la cui settima edizione, battezzata 3002, è stata presentata alla stampa venerdì 8 febbraio) Futurmusic sarà una fiera nella fiera che, utilizzando un intero padiglione (il numero 31), proporrà un percorso tematico-temporale sui rapporti tra tecnologia e musica, partendo da quella analogica ed elettrificata per approdare alle sue ultime incarnazioni in formato digitale, concepite, assemblate e distribuite via Internet. Un obiettivo, come si vede, ambizioso: e se, ammettono i promotori dell'iniziativa, la risposta delle case discografiche è per il momento tiepida e titubante (mentre trattative sono in corso anche con i maggiori portali musicali italiani), Futurmusic potrà comunque contare su un partner dalle spalle larghe come MTV. L’emittente musicale, che al Futurshow partecipò già l’anno scorso, si insedierà nello spazio fieristico bolognese per trasmettere programmi (come Total Request Live), organizzare concerti (il “Just a peace of music” destinato a rimpiazzare l’MTV Day cancellato a settembre dopo gli attacchi terroristici agli USA) ed allestire installazioni tra cui una galleria dedicata ai pilastri della storia del videoclip musicale. Al fianco di conferenze e seminari ancora in via di definizione e della vetrina destinata agli stand espositivi dei prodotti, largo spazio sarà dato ai musicisti e alla musica suonata: in programma workshop sulle tecniche di composizione digitale, gare di abilità tra "MP3 Dee Jay" (con un "contest" riservato ai disc jockey che “suonano” i file compressi prelevati dalla rete in luogo dei tradizionali dodici pollici in vinile) e un ampio assortimento di concerti di musica elettronica nell'ambito dell’ottava edizione del festival Distorsonie, organizzato da Link Assocation, e a cui sono annunciate le presenze (ancora da confermare) di Karl Bartos (Kraftwerk), Blaine Reininger (Tuxedomoon) e, tra gli italiani, dei Krisma e persino di una Sabrina Salerno in versione hi-tech. L’appuntamento è per il 19-22 aprile prossimi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.