Sanremo: la conferenza stampa di Chiambretti-D’Angelo

Arrivano Chiambretti e Nino D’Angelo in sala stampa e per qualche momento, finalmente, il Festival si anima.

Si parla di trash, di radio locali che si sentono prese in giro da Pierino (reo di aver detto "per le radio locali l’obiettivo principale è quello di ottenere un pass"), poi si scatena un giornalista coreano che, in rappresentanza della stampa straniera, sottopone all’attenzione dei presenti i problemi relativi al parcheggio, al cibo e alla scarsa disponibilità di acqua minerale. Pochi i commenti relativi allo scoop di Fede, che a "Fac-simile" fa arrestare la Zanicchi, Aldo Busi dice che "Fede è un comico e non un giornalista e quindi non è perseguibile" e che gli unici "maiali sono i telespettatori che credono alle bufale". Busi si tira fuori dalle critiche della volgarità dicendo che nel Dopofestival lui interviene a comando: "Quando uso le parolacce nobilito il dialetto, nel mio caso il lombardo-veneto. Potete parlare semmai di una gioiosa oscenità, ma non di volgarità. E poi insomma decidetevi: se dico le parolacce mi si critica perché le dico, se non le dico non mi invitano più.". Si parla anche del caso-Mingardi, che a detta di un’agenzia ripresa da diversi quotidiani rischierebbe la squalifica per aver eseguito il brano sanremese, tempo addietro, nel corso di una crociera. All’organizzazione il fatto non risulta, e comunque per procedere contro Mingardi ci sarebbe bisogno di una denuncia da parte di un altro artista o di una casa discografica: denuncia che, almeno fino a questo momento, latita. Per cui Mingardi rimane in gara, ennesimo esempio di un Festival che vive di vita propria soltanto sui giornali.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.