Vaccines: 'Il secondo album più grezzo e rock'. E una data in Italia a settembre

Vaccines: 'Il secondo album più grezzo e rock'. E una data in Italia a settembre

I Vaccines crescono e spengono quest'anno due candeline. La band britannica acclamata a gran voce per tutto il 2011, la beniamina di Zane Lowe (conduttore radiofonico di BBC Radio1), festeggia il suo secondo anno di carriera con un nuovo disco, intitolato "The Vaccines come of age". A poco più di un anno di distanza dalla pubblicazione di "What did you expect from the Vaccines?", album che ha segnato il debutto "platinato" del gruppo, il quartetto indie rock ha dato vita a una nuova prova in studio affidandola alle esperte mani di Ethan Johns che, tra le altre cose, è stato nominato il vincitore del Premio come "Best British Producer" ai Brit Award 2012. I fan della formazione capitanata da Justin Young dovranno attendere fino alla fine delle vacanze estive, per la precisione fino al prossimo 4 settembre, per ascoltare gli 11 inediti firmati dalla band, ma nell'attesa abbiamo raggiunto telefonicamente Freddie Cowan, il chitarrista, per farci dare qualche anticipazione: "Sicuramente sarà un album più rock'n roll e questo è stato chiaro fin da quando abbiamo pensato di lavorare al fianco di Ethan Johns. Avremmo potuto scendere a patti o comunque rimanere in un ambito maggiormente pop, ma con Ethan il suono è rimasto decisamente più grezzo. Tutto è stato registrato dal vivo, non c'è niente di sovrainciso. Lui è un genio e ha un'etica del lavoro che ammiro molto". "Dentro c'è tutto quello che ci è successo nell'ultimo anno e mezzo; come sono cambiate le nostre vite. Ma non è disco da tour" ha precisato l'artista, "non parliamo di stanze d'albergo o di aeroporti".
La sostanza di "Come of age" è racchiusa in "No hope", primo brano estratto dal disco nonché "prima canzone ad essere stata registrata. E' un buon ponte di congiunzione tra l'album precedente e quello nuovo", ha spiegato Cowan, "Inoltre contiene il vero messaggio dell'intero disco. C'è una frase che dice 'non c'è speranza ed è difficile diventare adulti'".

Contenuto non disponibile



Buona parte di "Come of ages" insomma ruota intorno alle difficoltà legate alla crescita e allo scorrere del tempo che, per i Vaccines, non è stato certo privo di soddisfazioni; una delle principali - per fare solo un esempio - è il rapporto di stima e amicizia che hanno creato con i loro idoli, gli Strokes. Con la band new yorkese i Vaccines hanno registrato un pezzo ("Tiger blood" prodotto da Albert Hammond Jr.) e sono diventati amici: "Quando abbiamo incontrato Albert a New York è stato davvero grande, da fan degli Strokes quali eravamo. Il giorno dopo il suo manager ci ha chiamato dicendoci che lui avrebbe voluto lavorare con noi e che sarebbe stato in città proprio il giorno del mio compleanno. Ed è stato grandioso. Ho dovuto far finta di non sapere tutto quello che so su di lui in realtà, di non conoscere tutte le sue chitarre. Quando uscì 'Is this it' io ero solo un ragazzino e lui era davvero il mio mito. E' stato pazzesco lavorare con lui, mi ha dato una grande carica di autostima. Adesso ogni volta che siamo a New York usciamo insieme e per me è incredibile, non lo avrei mai immaginato".
Nonostante le grandi aspettative che aleggiano intorno al prossimo (e al passato) lavoro in studio dei Vaccines, Freddie si è dimostrato molto sicuro di sé e delle potenzialità della sua band: "Non mi interessano le attese degli altri perché già noi poniamo molta pressione su noi stessi e siamo sempre impegnati al punto da non aver tempo di preoccuparci. Alle gente potrà non piacere, ma non resterò sveglio la notte per questo". Questa genuina noncuranza nell'approccio con il pubblico è evidente anche nella scelta della cover del disco dove appaiono 4 ragazze in abiti maschili: "In parte simboleggia questa crescita che non volevamo rappresentare con una nostra semplice foto perché non rappresentava in pieno il senso del messaggio. Poi volevamo che avessero un aspetto strano, da maschiacci. In parte però è anche una specie di scherzo perché la prima volta che ci siamo presentati in pubblico la gente si è lamentata del fatto che avevamo un aspetto troppo poco da rock star, così abbiamo pensato di farlo assumere a delle ragazze".
I Vaccines saranno di scena all'A Perfect Day Festival, il prossimo 1 settembre presso il Castello Scaligero di Villafranca di Verona dove si esibiranno, per la loro unica data nel nostro Paese, prima dei Franz Ferdinand.  

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.