Phil Collins regala 77.500€ (150 milioni). Tornerà a suonare in Europa?

Phil Collins regala 77.500€ (150 milioni). Tornerà a suonare in Europa?
Phil Collins ha donato 77.500 euro, pari a circa 150 milioni di lire, per un nobile scopo. L’ex batterista (e successivamente cantante) dei Genesis, venuto a conoscenza delle squallide condizioni in cui versava la scuola di una cittadina africana, ha messo mano al libretto degli assegni. Grazie al contributo di Collins, i bambini della scuola di Shariani, nella zona di Kilifi, in Kenya, avranno ora, come ha dichiarato il preside Mwatsuma al quotidiano africano “Daily Nation”, uno degli edifici più moderni della zona. Lo scorso 19 gennaio Collins ha tenuto un concerto a Ginevra a favore dell’ente benefico in cui è impegnato, il Little Dreams Foundation, lo stesso attraverso il quale è stata condotta questa iniziativa e lo stesso per il quale il musicista potrebbe esibirsi in Europa entro fine 2002.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.