Da EMI un altro avvertimento agli azionisti: 'Siamo sotto budget'

“Una grossa delusione per tutti noi”: così, senza giri di parole, il presidente della EMI Eric Nicoli ha commentato ufficialmente la notizia che i profitti della società per l'esercizio finanziario in chiusura il 31 marzo prossimo saranno ancora inferiori a quanto preventivato l'autunno scorso: non più di 150 milioni (lordi) di sterline, 246 milioni di euro, a fronte di attese che si assestavano tra i 160 e i 207 milioni di sterline. L'annuncio è stato diramato dalla casa britannica per mezzo del secondo “profit warning” (che ha già causato le dimissioni, a partire dal prossimo mese di maggio, del direttore finanziario Tony Bates) emesso nell'arco di sei mesi, che la EMI ha fatto circolare nella mattinata di martedì 5 febbraio provocando un'immediata flessione del titolo in Borsa (- 14% nelle contrattazioni in apertura di seduta: il valore unitario delle azioni è sceso conseguentemente a 280 pence, riducendo la valutazione globale della società a 2,24 miliardi di sterline, 3,67 miliardi di euro).
    “Una grossa delusione per tutti noi”: così, senza giri di parole, il presidente della EMI Eric Nicoli ha commentato ufficialmente la notizia che i profitti della società per l'esercizio finanziario in chiusura il 31 marzo prossimo saranno ancora inferiori a quanto preventivato l'autunno scorso: non più di 150 milioni (lordi) di sterline, 246 milioni di euro, a fronte di attese che si assestavano tra i 160 e i 207 milioni di sterline. L'annuncio è stato diramato dalla casa britannica per mezzo del secondo “profit warning” (che ha già causato le dimissioni, a partire dal prossimo mese di maggio, del direttore finanziario Tony Bates) emesso nell'arco di sei mesi, che la EMI ha fatto circolare nella mattinata di martedì 5 febbraio provocando un'immediata flessione del titolo in Borsa (- 14% nelle contrattazioni in apertura di seduta: il valore unitario delle azioni è sceso conseguentemente a 280 pence, riducendo la valutazione globale della società a 2,24 miliardi di sterline, 3,67 miliardi di euro).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.