Dischi e PlayStation salvano il bilancio Sony

Non sono soltanto il tasso favorevole di conversione tra yen e dollaro (sulle esportazioni) o il successo planetario della nuova console per videogiochi a spiegare la flessione tutto sommato contenuta registrata dalla multinazionale giapponese nell'ultimo trimestre del 2001 (profitti netti per 475 milioni di dollari: - 14 % rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma comunque meglio del previsto). A raddrizzare i conti del colosso dell'elettronica di consumo ha contribuito, inaspettatamente, anche un'impennata nelle vendite di dischi, cresciute dell'11 % tra il settembre e il dicembre scorsi per un giro d'affari globale di un miliardo e mezzo di dollari.

La divisione discografica del gruppo ha beneficiato degli sforzi sostenuti dal management per contenere i costi di gestione nonché di un miglioramento generalizzato dei risultati ottenuti in Europa, a dispetto della recessione che ha colpito quasi tutti i maggiori mercati continentali (vedi news). Meglio ancora si è comportato il comparto cinematografico (+ 12 %, a 1,2 miliardi di dollari), mentre le vendite della PlayStation2 (5 milioni di console smerciate nel solo mese di dicembre) hanno fruttato all'azienda del Sol Levante un fatturato record di 17 miliardi di dollari.
A seguito dei risultati superiori alle aspettative, la Sony ha corretto il suo budget annuo portandolo a 56,1 miliardi di dollari di fatturato, innalzando contemporaneamente di quasi un decimo le aspettative per quanto riguarda i profitti di gestione: in base al nuovo bilancio di previsione, gli introiti al netto dei costi di produzione, amministrazione e vendita dovrebbero ora raggiungere quota 968 milioni di dollari.
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.