Nocera, da X Factor a Françoise Hardy: 'Il pretesto' in classifica su iTunes

Nocera, da X Factor a Françoise Hardy: 'Il pretesto' in classifica su iTunes

Numero 5, al debutto, nella classifica dance di iTunes e numero 15 in quella dedicata agli album, l'EP "Il pretesto - The NCRA remixes" è un gioco riuscito di un cantante per caso. O meglio di un ex cantante (e autore di canzoni), perché la biografia di Peppi Nocera, cinquantenne romano e autore televisivo di programmi come Non è la Rai, Amici, L'isola dei famosi e X Factor, ricorda i suoi trascorsi nel mondo musicale:  singoli e album per la EMI e  la CGD di Caterina Caselli, una canzone ("Se fossi un uomo") presentata da Grazia Di Michele e Randy Crawford al Festival di Sanremo 1991, una collaborazione con Claudio Dentes alla Psycho, l'etichetta di Elio e le Storie Tese.  



"Il pretesto", il brano che ha scelto di reinterpretare con leggerezza e ironia, è un classico dalla storia lunga: nato nel 1966  dalla penna di Arnold Goland (testo) e Jack Gold (musica)  con il titolo di "It hurts to say goodbye", interpretato dall'americana Margaret Whiting e dalla star inglese degli anni Quaranta Vera Lynn (sì, quella omaggiata dai Pink Floyd in "The wall"), tradotto per la ragazza yè-yè Françoise Hardy in francese (da Serge Gainsbourg, "Comment te dire adieu?", 1968) e in italiano (da Claudio Daiano, l'anno dopo), infine ripreso e riportato al successo a fine anni Ottanta dall'ex Bronski Beat Jimmy Somerville.



"E' nato tutto per caso, per il desiderio di togliermi uno sfizio", racconta Nocera. "Quel pezzo mi frullava in testa ma non ne ricordavo neanche il titolo. Tanto meno la versione di Somerville. Anche se magari è stata quella, inconsciamente, ad accendere la scintilla. L'originale era una specie di torch song. E mi piaceva la sua armonia elegante, molto alla Bacharach, tra pop e bossa nova. Una sera a cena, con Pierpaolo Pieroni, mi è venuta l'idea di produrmi da solo una cover e metterla il più velocemente possibile su iTunes".



Il pezzo base, accompagnato da un video affollato cui partecipano Benedetta Mazzini, la deejay La Claudina, Cristina Bugatty, Nicola Savino, Matteo Bordone, Costantino della Gherardesca, Diego Passoni, La Pina, Paola Iezzi e Syria, ricalca fedelmente la versione della Hardy; i remix, tra cui spicca un altro duetto con Sirya stavolta nei panni di Airys, spingono ovviamente sui ritmi da dancefloor. "Sono un frequentatore di club e dj, in Italia e all'estero, così ho chiesto ad amici come DJ Fakeplastic, Max Paramour  e Dario Moroldo di darmi una mano".

 

 

 

 



Contenuto non disponibile

 

Il risultato, e l'accoglienza ottenuta, sembrano quasi imbarazzarlo. "E infatti non ho fatto promozione, a parte un passaggio radiofonico da Pinocchio a Radio Deejay".  Perché? "Perché faccio un altro lavoro. Certo, lavorando sei mesi all'anno su X Factor, facendo i casting e le playlist, mi occupo ancora quotidianamente di musica. Ma non scrivo canzoni da quattro o cinque anni, nessuno me lo chiede e mi sembrerebbe inopportuno propormi. E non mi metto certo a fare il cantante a cinquant'anni. Anche se dai video non si direbbe", scherza, "ho un certo senso del pudore".  
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.