They Might Be Giants nominati ai Grammy: ‘Cosa diremo a Sting?’

Vedere il nome dei They Might Be Giants fra le nomination ai prossimi Grammy Awards è indubbiamente una sorpresa.

Anche per loro, come ci ha spiegato John Flansburgh, chitarrista dell’eccentrico duo: “E’ strano perché siamo degli outsider nell’industria musicale”. Eppure, “Boss of me”, singolo estratto dall’ultimo album “Mink car” (appena uscito sul mercato italiano) e sigla della serie TV statunitense “Malcolm in the middle”, è stato nominato nella categoria “canzone per film, televisione o altro media visivo”. Per Flansburgh si tratta di una situazione imbarazzante, al di là dell’onore per il riconoscimento: “Ci siamo trovati nominati insieme a Sting e Faith Hill. Non so se alla premiazione ci faranno sedere vicino agli altri che hanno ottenuto una nomination nella nostra stessa categoria, ma se dovessi trascorrere due ore di fianco a Sting potrei impazzire. Sarei completamente a disagio. Non lo odio, solo che non credo proprio di appartenere al suo stesso mondo”. .


Nonostante la posizione defilata nella scena musicale USA, i They Might Be Giants hanno confermato con “Mink car” di avere ancora un seguito notevole: “Abbiamo un pubblico che ci segue in concerto e vendiamo abbastanza dischi ma abbiamo un potenziale limitato sul mercato. Per questo non siamo interessanti per una major”, spiega Flansburgh. Grammy a parte, il futuro riserva latre sorprese agli affezionati: il film “Gigantic: the story of two Johns”, documentario di A.J. Schnack sulla storia dei They Might Be Giants (“Non l’ho ancora visto e in un certo senso mi mette un po’ paura”, dichiara Flasburgh) e un album di canzoni per bambini, “No!”. Il testo completo della chiacchierata con il chitarrista del duo statunitense sarà on line a breve nella sezione interviste di Rockol.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.