Galles, in centinaia all'ultimo saluto per Jon Lee dei Feeder

Galles, in centinaia all'ultimo saluto per Jon Lee dei Feeder
Mesta giornata a Newport, Galles. Quasi mille persone, tra amici, parenti e fan dello scomparso, hanno salutato l'ultimo viaggio di Jon Lee, il batterista dei Feeder morto alcuni giorni fa a Miami. Quando la bara di metallo, in colore azzurro, è uscita dalla chiesa di Santa Maria, sulla folla assiepata sul sagrato è sceso il gelo. A trasportare il feretro vi erano, tra gli altri, i suoi compagni di gruppo, Grant Nicholas e Taka Hirose. Tra i presenti, Andrew, il fratello di Jon, e Stuart Cable, il batterista degli Stereophonics. Assente la moglie di Jon, Tatiana, la quale aveva assistito ad una Messa privata in Florida, ed assente naturalmente Cameron, il piccolo figlio dei due.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.