Concerti, Rock in Idrho: la diretta di sabato 21 luglio

Concerti, Rock in Idrho: la diretta di sabato 21 luglio

Nonostante il festival sia stato annullato, siamo riusciti ad incontrare John Lydon, leader dei PIL e già frontman dei Sex Pistols. “Sono davvero molto dispiaciuto, ci tenevo a suonare su questo palco e per questo pubblico. Purtroppo le istituzioni lo hanno impedito ma davvero con tutto il cuore avrei voluto cantare. Vorrei rimborsarvi il biglietto di tasca mia e vi sono vicino, so che siete delusi, ma non preoccupatevi, Johnny e PIL torneranno di certo in Italia. Avremmo voluto presentarvi dal vivo ‘This is PIL”, ci rifaremo, parola mia”, ci ha tenuto a dire John.

Ore 17.30: E’ ormai pomeriggio inoltrato e il festival è giunto alla sua piena metà. Sul palco Frank Turner, insieme ai suoi Sleeping Soul hanno portano una ventata decisamente più rock rispetto all’ intero cartellone. Quaranta minuti suonati con leggerezza,come chi ha l’aria di divertirsi quando suona dal vivo. Chitarra acustica alla mano e qualche parola di italiano, Frank, elegantissimo nella sua camicia bianca, fa ballare il pubblico della manifestazione. “Dare vita a una setlist è una sottile forma d'arte. Ci penserò attentamente fino a poco prima dello spettacolo. Vogliamo essere sicuri di catturare l'attenzione di tutti. Ogni volta che salgo su un palco faccio in modo di dare tutto me stesso al pubblico e di suonare finché non sono esausto. Cerco di essere onesto con le mie canzoni, divertire la folla. E' importante ricordare che sono, prima di tutto, un intrattenitore; che intrattiene le persone e le rende felici. Questa è la sola cosa che conta", ci aveva spiegato Frank Turner, ex leader dei Million Dead, in una recente intervista. Setlist decisamente gradita dalla platea. Il tempo comincia a cambiare, nuvole e tuoni incombono sull’ Arena con l’arrivo dei Sum 41. I musicisti canadesi, nonostante l’acquazzone, resistono stoici, facendo cantare il pubblico fradicio di pioggia.
Tra i pezzi presentati anche la hit “In too deep”. L'esibizione della band ha risentito del diluvio. Intanto la pioggia continua a cadere imperterrita.

Ore 15.30: Il pomeriggio scorre veloce, così come le esibizioni sul palco del Rock In Idrho. Intanto, nel backstage incontriamo Thom Tacker e Steve Jocz, rispettivamente chitarrista e batterista dei Sum 41: “C’è una bella atmosfera qui al Rock in Idrho, non vediamo l’ora di suonare. Abbiamo pensato ad una scaletta che racchiuda in un’ora quindici anni di musica. Ebbene sì, sono proprio quindici. Presenteremo anche alcuni brani del nostro ultimo disco, ‘Screaming bloody murder’, uscito lo scorso anno. Che musicisti siamo diventati ora? Chi meglio dei nostri fan potrà decretarlo”, affermano i ragazzi. “Non abbiamo ancora pensato ad un nuovo album, ma di solito dopo un lungo tour finiamo sempre in studio, credo che la storia si ripeterà anche questa volta”, racconta sorridente il batterista del gruppo canadese. Incalzano, successivamente i Derozer. Seby e compagni hanno mantenuto intatto lo spirito di vent’anni fa, trascinando il pubblico, sempre più numeroso, con battute e scherzi. “Bambini tornate a casa è ora della merenda”, esclama il chitarrista del gruppo. Tra i tanti brani proposti, excursus nella carriera della band di Vicenza, ci sono “Bar”, “Vento”, “Nuova generazione” ed “Isola ideale”, più l’inedita “Zombie”. Un live che ha riportato dal vivo lo storico batterista della band, Spasio.

Ore 13.30: Puntualissimi, i No Relax salgono sul palco, incitati da un gruppo di fan nelle prime file. La band spagnola, capitanata da Joxemi degli Ska-P e da Micky, ex Bambole Di Pezza, contribuisce a far salire l’adrenalina del pubblico con le note decise del suo ska-punk iberico. Le canzoni scorrono una dopo l’altra, facendo ballare il pubblico. La carismatica Micky tiene a bada i ragazzi delle prime file, che paiono gradire particolarmente la cantante. Tra i brani più apprezzati dal pubblico “Campeon” e “Persona normal”, dedicata dalla band alla recente chiusura di Green Hill. Un live senza soste, ben suonato e ben partecipato da chi è già arrivato per assistere alla manifestazione.

Ore 13.00: L’afa è tanta all’Arena Concerti, ma i primi temerari si accalcano sotto al palco di Rho Fiera. Cominciano a spuntare le prime creste, compresa quella del batterista dei Noise Guys. I giovani musicisti italiani scaldano il pubblico con i loro brani, spaziando con facilità dall’italiano all’inglese. La band è padrona del palco e si muove senza esitazioni, sicurezza forse dovuta alla sua partecipazione all’edizione del 2009 di questo festival, insieme a Social Distorsion e Flogging Molly tra i tanti nomi. Melodie ricche di chitarra e batteria, che il pubblico pare apprezzare particolarmente. Il chitarrista, durante il live, lancia gadget della band e invita i ragazzi sotto al palco a saltare, che non si lasciano pregare nonostante il sole a picco. I Noise Guys realizzano un set di circa venti minuti,. Con i saluti di rito, il gruppo lascia il passo ai secondi artisti in scaletta, i No Relax.

Ore 12.10 :Si aprono i cancelli di Rho Fiera per dare inizio alla giornata del Rock in Idrho. La manifestazione è stata anticipata il 13 giugno da un’ anteprima a Sesto San Giovanni, che aveva visto alternarsi sul palco del Carroponte, tra i vari artisti, i Billy Talent, i Lagwegon, gli Hives e gli Offspring. La giornata odierna, decisamente dai toni punk, avrà tra i suoi protagonisti i Sum 41, i Millencolin, i PIL di John Lydon, Frank Turner e gli headliner Rancid. Il pubblico comincia ad affluire nello spazio dedicato ai concerti ed attende il via dei live, che si apriranno con gli italiani Noise Guys.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.