Mercuzio: 'Io e mio padre come Mozart e Salieri'

Mercuzio: 'Io e mio padre come Mozart e Salieri'
E' uscito il 10 gennaio l'album di esordio di Marcello Modugno, figlio del celebre Domenico. Il cantante ha scelto di celare il suo importante cognome con uno pseudonimo, Mercuzio, per due ragioni distinte. La prima nasce dal desiderio di avere una propria identità, per evitare paragoni inutili e dannosi: “E' giusto che si parli di mio padre”, ha dichiarato l'artista, “desidero comunque essere una cosa ben distinta e separata.” Inoltre, questo nome (lo stesso di un personaggio di “Romeo e Giulietta” di Shakespeare) rispecchia anche la sua passione per il teatro: “Ho scelto questo personaggio perché trovo che sia simile a me: di lui mi piacciono soprattutto la lealtà e il senso dell'amicizia.” Parlando del rapporto con suo padre, Marcello lo paragona a quello esistito tra Mozart e Salieri: crescere accanto ad un genio non è certo stato facile, ma è stato sicuramente fondamentale, per la sua crescita musicale, poter confrontarsi con quello che, insieme a Battisti, considera uno dei migliori musicisti italiani.
L'album omonimo è il frutto di quasi due anni di lavorazione e Mercuzio si considera decisamente soddisfatto del risultato definendolo “di un certo livello”. L'unica sua perplessità riguarda la risposta del pubblico: rimane infatti in attesa di capire se in Italia sia possibile fare musica senza compromessi, proprio come la sua che definisce “mercuziana”. Si tratta infatti di un genere particolare, quello delle canzoni che compongono il suo album, che accosta sonorità classiche a suoni decisamente più moderni, come in “Spaced out”, unico pezzo strumentale del CD, in cui sono presenti registrazioni che ricordano l'allunaggio dell'Apollo nel '69. Ma è anche possibile percepire un certo sapore funky in alcune canzoni (che rispecchia il suo amore per la musica black) assieme ad un rock che lo stesso Modugno definisce “senza metallo” e “sofisticato”. Non mancano, infine, anche delle sonorità squisitamente orientali, ispirate dal suo “Grande viaggio” che fece in Asia qualche anno fa a cavallo di una moto. In questa occasione, Mercuzio racconta di aver registrato alcuni suoni che sono poi confluiti nel brano “Ocean of joy”. Il viaggio è anche uno dei temi di “Per le strade del mondo”, seconda traccia del CD, in cui l'artista parla della sua “mobilità” come bisogno di ricercare qualcosa “che altro poi non è che la ricerca di se stessi”. E' possibile riscontrare una certa eterogeneità nei temi trattati nei suoi testi: da quelli più filosofici, a quelli più disimpegnati (come in “Mucca assassina”) o che raccontano classici problemi di cuore.
Il primo singolo estratto dal suo lavoro discografico è “Fatto di te” da cui è stato tratto un video, quasi un minifilm di sette minuti e mezzo, che vede eccezionalmente come protagonista Gina Lollobrogida. “Col regista cercavamo una donna che fosse nello stesso tempo magnifica, bellissima, matura e terribile: ce n'era solo una, Gina Lollobrogida, che ha accettato insperatamente con mia grande gioia”. Il prossimo singolo sarà “Se tu sei con me” ed uscirà il prossimo 18 gennaio.
Per quanto riguarda Sanremo, Mercuzio sembra piuttosto indifferente ed afferma: “Ho preferito lasciar perdere, mi sarei sentito in imbarazzo. La mia musica non ha nulla a che fare con il Festival, avrei solo sfruttato dei meriti che non ho”. Lo vedremo comunque presto in TV per la promozione del suo disco per il quale ha già programmato una tournée estiva.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.