Il figlio di Coolio condannato a quasi quattro anni di carcere

Il figlio di Coolio condannato a quasi quattro anni di carcere

Grtis Ivey potrebbe passare in carcere i prossimi dieci anni. Il ventiduenne figlio del rapper Coolio, è stato condannato a tre anni e mezzo di detenzione per furto e rapimento. Ivey era stato arrestato il 14 novembre 2011 per aver picchiato, derubato, minacciato con un'arma da fuoco e rinchiuso in una stanza il proprietario di un appartamento di Las Vegas con l'aiuto di una prostituta sua complice. Il giovane ha scelto la via dell'accordo e si è dichiarato colpevole e, in cambio, ha ottenuto la cancellazione di quattro capi d'accusa. Il giudice formalizzerà la sentenza il prossimo 12 settembre. Sarà discrezione proprio del giudice fargli scontare meno di quattro anni o protrarre la condanna sino a dieci. Grtis Ivey è il maggiore dei figli di Coolio. Padre e figlio sono stati per un breve periodo entrambi ospiti nello stesso penitenziario. Lo scorso marzo infatti, il rapper è stato arrestato per non essersi presentato in tribunale quasi due anni prima, per rispondere delle accuse di guida senza patente risalente al giugno 2010.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.