Queensryche: il nome rimane al gruppo, sconfitto Geoff Tate

Queensryche: il nome rimane al gruppo, sconfitto Geoff Tate

Il nome Queensryche rimarrà a disposizione della band orfana, da qualche settimana, del proprio frontman Geoff Tate: a stabilirlo è stato il tribunale di Washington DC, presso il quale era stata presentata dal cantante un'istanza che avrebbe proibito a Scott Rockenfield, Michael Wilton e Eddie Jackson di usare la sigla per l'attività concertistica e discografica.

"Abbiamo accolto con entusiasmo la decisione della corte", ha commentato Glen Parrish, manager della AGPS, agenzia che cura attualmente la gestione della band dopo il passaggio di consegne da Susan Tate, moglie di Geoff: "Il giudice ha capito quello che i fan del gruppo hanno sempre saputo, ovvvero che i Queensryche sono molto di più di un singolo elemento. Siamo dispiaciuto da essere stati costretti a ricorrere al tribunale per fare valere le nostre ragioni, ma siamo determinati a riprenderci il marchio di qualità che la band ha sempre posseduto. E non vediamo l'ora di svelare ai fan il nuovo materiale registrato".

La ragione della rottura tra Tate e i Queensryche sarebbe da individuare proprio nella gestione del gruppo da parte della moglie del cantante, come rivelato da un messaggio scritto dai tre elementi superstiti, ora affiancati dal frontman Todd La Torre dei Crimson Glory: "[...] negli anni Novanta fino ai primi Duemila Susan Tate, la moglie di Geoff Tate, ha iniziato la sua ascesa per prendere in mano il controllo totale del management del gruppo. [...] Nel 2005 ha preso completamente le redini della gestione, sbarazzandosi di Lars Sorenson. L'unica esperienza precedente di management di Susan Tate risaliva a quando si occupava di una piccola band locale del marito, che non ebbe mai un contratto discografico. Appena Susan Tate è diventata manager, lei e il marito hanno preso il sopravvento sull'intero gruppo. Geoff Tate ha iniziato a lavorare con autori esterni, rifiutando regolarmente la musica composta dalla band. Geoff e Susan Tate hanno poi preso totalmente in mano l'aspetto economico e produttivo. [...] I risultati della guida dei Tate sono stati disastrosi. Con loro i Queensryche hanno prodotto tre dischi con risultati di vendita gravemente in declino".

Non mancherebbero, tuttavia, anche ragioni artistiche alle basi del divorzio: "Geoff Tate disprezza apertamente il sound metal per cui il gruppo è divenuto famoso, lo dice alla stampa e si rifiuta di eseguire le canzoni dei primi - e più popolari - album, dicendo che è materiale 'stupido', andando contro a quello che i fan desiderano", ha ammesso la band nella lettera aperta ai fan.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.