Roberto Galanti (AFI): 'I cinquantenni sono l'ultima speranza contro la pirateria

Secondo Roberto Galanti, ex discografico oggi ai vertici dell'Associazione Fonografici Italiani, una maggiore attenzione nei confronti dei cinquanta-sessantenni da parte dell'industria musicale favorirebbe la battaglia contro la pirateria. “L'ottanta per cento della produzione discografica attuale è dedicata espressamente ai ragazzini, e questo è un errore madornale”, ha dichiarato Galanti all'ANSA, “Le case discografiche dovrebbero rivolgersi agli adulti, che hanno un alto potere di acquisto e non sono interessati a risparmiare alimentando il mercato illegale, masterizzando i cd e scaricando i brani da Internet”. Secondo Galanti, poi, il fenomeno della pirateria, in Italia, sarebbe amplificato da una condotta irresponsabile dei media, spesso rei di “sponsorizzare” l'utilizzo improprio di portali Web e masterizzatori: “In Italia manca quel senso civico, che invece c'è negli altri paesi, e spesso sono i media ad invitare gli utenti delle nuove tecnologie in maniera sbagliata”.
    Secondo Roberto Galanti, ex discografico oggi ai vertici dell'Associazione Fonografici Italiani, una maggiore attenzione nei confronti dei cinquanta-sessantenni da parte dell'industria musicale favorirebbe la battaglia contro la pirateria. “L'ottanta per cento della produzione discografica attuale è dedicata espressamente ai ragazzini, e questo è un errore madornale”, ha dichiarato Galanti all'ANSA, “Le case discografiche dovrebbero rivolgersi agli adulti, che hanno un alto potere di acquisto e non sono interessati a risparmiare alimentando il mercato illegale, masterizzando i cd e scaricando i brani da Internet”. Secondo Galanti, poi, il fenomeno della pirateria, in Italia, sarebbe amplificato da una condotta irresponsabile dei media, spesso rei di “sponsorizzare” l'utilizzo improprio di portali Web e masterizzatori: “In Italia manca quel senso civico, che invece c'è negli altri paesi, e spesso sono i media ad invitare gli utenti delle nuove tecnologie in maniera sbagliata”.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.