Michele Bonatesta (An): ‘Troppo spazio a Jovanotti in tv’

Michele Bonatesta (An): ‘Troppo spazio a Jovanotti in tv’
Come riporta l’agenzia ANSA, il senatore di Alleanza Nazionale Michele Bonatesta pare non aver gradito la maratona televisiva che, in questi giorni, sta impegnando Jovanotti: il politico (membro, tra le altre cose, della Commissione di Vigilanza RAI) ha definito le apparizioni dell’autore di “Salvami” come “un mega spot televisivo”. “Trovo comprensibile che Jovanotti abbia tutto l’interesse di promuovere il suo nuovo disco”, ha proseguito il senatore, “Tuttavia non capisco che interesse abbiano le emittenti televisive a mettersi a sua disposizione. Di solito sono le trasmissioni a pagare gli ospiti, ma in questo caso, essendo le apparizioni di Lorenzo a carattere pubblicitario, la casa discografica avrebbe dovuto pagare lo spazio concesso all’artista. Mi piacerebbe proprio sapere com’è andata...”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.