La EMI smentisce la rottura milionaria del contratto con Mariah Carey

La EMI smentisce la rottura milionaria del contratto con Mariah Carey
Dopo le indiscrezioni giornalistiche secondo cui la EMI avrebbe accettato di pagare 50 milioni di dollari per rompere il contratto con Mariah Carey, arriva la smentita ufficiale. Come riporta l’agenzia Reuters, l’azienda discografica ha diffuso una nota in cui si afferma che non c’è stato alcun pagamento né un accordo in questo senso. I problemi fra la Carey e la Virgin, l’etichetta controllata dalla EMI che ha messo sotto contratto la cantante per quattro album, sono cominciati in seguito agli scarsi risultati di “Glitter”. Il disco infatti ha venduto finora solo due milioni di copie, un esito largamente inferiore alle aspettative dei discografici. L’arrivo di Alain Levy ai vertici della EMI al posto di Ken Barry, artefice dell’ingaggio della Carey, ha alimentato le voci di una possibile interruzione del contratto. Ma diversi osservatori hanno fatto notare che per la major non sarebbe logico sborsare una cifra così alta dopo aver pubblicato un solo album della cantante. Inoltre, ci sono diverse attenuanti per i deludenti risultati commerciali di “Glitter”: il ricovero in ospedale della Carey (vedi news) ha ritardato l’uscita del disco e ha frenato l’attività promozionale. Per giunta, la pubblicazione è avvenuta a settembre, in concomitanza con il momento peggiore in assoluto per il mercato discografico statunitense, piombato in crisi di vendite dopo i tragici fatti dell’11 settembre.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.