Parsons (AOL Time Warner) promette: 'Meno proclami e più risultati'

I problematici e spesso imprevedibili eventi che hanno caratterizzato gli ultimi, turbolenti, dodici mesi sembrano avere ridotto a più miti consigli il management del mega-gruppo americano, i cui “target” economico-finanziari per il 2002, stando alle prime anticipazioni circolanti tra gli operatori, sono assai più cauti di quelli formulati solo un anno fa, ai tempi del perfezionamento della fusione tra America Online e Time Warner (vedi news).
Il compito di illustrare ad azionisti e analisti finanziari aspettative e programmi di AOL Time Warner per i prossimi mesi è stato affidato a Richard Parsons, il manager neroamericano che dal prossimo mese di maggio subentrerà a Gerald Levin nel ruolo di amministratore delegato della società (vedi news) e che sullo stato dell'azienda ha riferito nella giornata di lunedì, 7 gennaio, per tramite di una “conference call”. Già nelle scorse settimane, Parsons aveva sottolineato di voler seguire una filosofia-guida più prudente, improntata al conseguimento di risultati realistici piuttosto che a dichiarazioni programmatiche, guadagnandosi l'apprezzamento degli ambienti finanziari di Wall Street che ritengono indispensabile la ricostruzione di un rapporto di fiducia tra il gruppo e la comunità degli investitori.
I punti chiave della relazione di Parsons e dei suoi collaboratori, che saranno resi noti nelle prossime ore, dovrebbero includere anche un'analisi dell'impatto finanziario prodotto dal rientro in possesso della quota di AOL Europe (49,5 %) finora controllata dal concorrente tedesco Bertelsmann, titolare anch'esso di interessi diretti in campo discografico-musicale attraverso la sussidiaria BMG.
Music Biz Cafe Summer: le collecting e l'emergenza Covid
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.