Chiodaroli (EMI) è il nuovo presidente di SCF

In assenza di un comunicato ufficiale, la notizia è confermata da molteplici fonti dell’ambiente: sarà Gianluigi Chiodaroli, braccio destro di Riccardo Clary alla EMI (dove dirige il settore legale, business affairs e risorse umane) ad assumere la presidenza della società di collecting, nata nel maggio del 2000 da una costola della FIMI con l’obiettivo di raccogliere e distribuire i proventi dovuti dai soggetti (emittenti radiotelevisive, Webcasters, pubblici esercizi) che utilizzano musica registrata di proprietà delle aziende associate.
Chiodaroli succede nella carica a Franco Reali, l’ex presidente e consigliere delegato di BMG Ricordi che nel giugno scorso (vedi news) ha posto fine alla sua carriera discografica per ritirarsi a vita privata. Lavorerà a fianco di Ettore Del Borrello, che ricopre il ruolo di direttore generale della SCF (Società Consortile Fonografici) dal momento della sua costituzione.
Music Biz Cafe, parla Massimo Bonelli (iCompany, Concerto del Primo Maggio)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.