New York: il sindaco Giuliani contro i Grammy Awards

Forse i premi musicali cominciano a essere un po’ troppi: uno che sicuramente ne ricava più fastidi che divertimento è Rudolph Giuliani, sindaco di New York, che ha espressamente dichiarato che la cerimonia per la consegna dei Grammies, che da due anni ha lasciato Los Angeles per la Grande Mela, non è più benvenuta nella sua città, nonostante in questi due anni abbia generato un bel “giro” da 40 milioni di dollari per N.Y. “Ho sentito dire che sono in trattativa con la città di Los Angeles perché qui non si trovano bene. Okay, ci vadano pure”, ha detto furibondo Rudy Giuliani: “Possiamo avere qualcosa di meglio in un giorno”. Tutto è nato quando l’organizzatore del premio, Michael Greene, ha preso a male parole un funzionario di Giuliani che sovrintendeva alla partecipazione delle autorità cittadine alla cerimonia in programma il 25 febbraio al Radio City Music Hall. L’assessore alla cultura della città californiana ha confermato i contatti con Greene.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.