NEWS   |   Pop/Rock / 06/07/2012

Concerti, Musical Zoo Festival: la parola agli organizzatori

Concerti, Musical Zoo Festival: la parola agli organizzatori

Manca poco all'inizio del Musical Zoo Festival, la quattro giorni musicale che si terrà all'interno del Castello di Brescia dal 19 al 22 luglio prossimi. Anche quest'anno la città lombarda rinnova l'appuntamento con la musica nostrana e internazionale e con l'arte a 360 gradi, suddividendo la vasta area a disposizione in tre zone differenti: quella del palco principale, allestito sulla terrazza che domina il Colle Cidneo, quella riservata alla musica dance e la cosiddetta Expo Zone, che dà spazio a performance, istallazioni e workshop di giovani e affermati artisti.
A poco più di dieci giorni dall'inizio dell'evento, abbiamo fatto due chiacchiere con Marco Tambussi, uno degli organizzatori del festival, il quale ci ha spiegato: "Stiamo cercando di rendere sempre di più il Musical Zoo un festival a tutti gli effetti, ovvero una concentrazione di arte a tutto tondo. Per questo la zona è stata suddivisa in tre parti, di modo che ogni arte abbia la sua area dedicata. La Expo Zone, ad esempio, prevede la presenza di numerose installazioni, incontri e workshop. Per quest'anno la zona avrà le sembianze di un'astronave, costruita con ponteggi, all'interno della quale si svolgeranno le principali attività, da mostre fotografiche a seminari sulla costruzione di sintetizzatori".
Il calendario del Musical Zoo 2012 è composto da artisti del calibro di, tra gli altri, WhoMadeWho (nella foto), Fuzzstones e Aérea Negrot (già voce degli Hercules & Love Affair), ma con quale metro di giudizio è stato selezionato il cast? "Quello che da sempre cerchiamo di fare noi organizzatori è di muoverci in commissioni, per evitare che tutto venga scelto in base ai gusti di una singola persona. Solo così la ricerca e la selezione del cast può spaziare realmente e non essere settoriale", ha spiegato Tambussi, "Non cerchiamo i nomi grossi quanto piuttosto la qualità. Il richiamo non deve provenire dall'importanza di un artista ma dal festival in sè. Per quanto possa essere difficile avere grossi personaggi ospiti ad un festival, è facile creare movimento se il cartellone sfoggia gente importante e, infatti, finisce che quelli che girano a questo tipo di eventi sono sempre gli stessi". Il 2008 è l'anno del battesimo del Musical Zoo che, da allora, registra numeri sempre più in aumento: "Siamo un bel gruppo che lavora insieme da anni. Abbiamo iniziato organizzando piccole feste ed eventi e ci siamo sempre appassionati ai festival e alle realtà musicali oltre confine. Viaggiamo e ci interessiamo a ciò che viene realizzato all'estero, facendo in modo di portarlo qui in Italia. Purtroppo qui noi abbiamo delle restrizioni a livello di permessi, decibel e spazi. Tutto è molto tarato ed è anche per questo motivo che non vogliamo richiamare nomi troppo grossi. Speriamo comunque in un gran trionfo e in un bel sole caldo".  

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi