Religione, politica e amore in 'Salvami',
il nuovo singolo di Jovanotti

Religione, politica e amore in 'Salvami', il nuovo singolo di Jovanotti
Verrà trasmesso da tutte le radio italiane a partire da domani, venerdì 28 dicembre, il nuovo singolo di Jovanotti intitolato “Salvami”, estratto dall'imminente album “Il quinto mondo” in uscita il Primo febbraio 2002 (vedi news). Il brano, che sarà in vendita nei negozi l'11 gennaio, è stato prodotto da Jovanotti insieme a Carlo U. Rossi e sarà accompagnato da altri tre canzoni inedite non incluse nel nuovo album, oltre ad una traccia interattiva di trenta minuti con le immagini delle session di registrazione. “Salvami” è un brano ritmato che si apre con un riff di chitarra di derivazione ska-punk e accompagna un testo che diventerà probabilmente un nuovo cavallo di battaglia di Jovanotti: nella canzone Lorenzo parla dell'amore fraterno tra i popoli, di libertà, di rivoluzione e di attualità più in generale. “La storia ci insegna che non c'è fine all'orrore, la vita ci insegna che vale solo l'amore…”: si conclude così il brano di Jovanotti che ha già scatenato più di una polemica. In “Salvami” Jovanotti canta anche “la giornalista scrittrice che ama la guerra perché le ricorda quando era giovane e bella”, riferendosi a Oriana Fallaci che, pochi giorni dopo gli attentati statunitensi dell'11 settembre, ha pubblicato sul Corriere della Sera un altrettanto discusso pamphlet. “'Salvami, salvati, salvaci, salviamoci' è quello che ho bisogno di dire con 'rabbia e orgoglio'”, ha spiegato Jovanotti, “perché la rabbia e l'orgoglio sono un mio diritto e in questo momento del nostro tempo in cui si deve dire da che parte si sta, io voglio stare dalla parte della Pace e non per questo mi sento di appoggiare il terrorismo”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.