NEWS   |   Industria / 21/12/2001

FIMI conferma Pojaghi presidente

FIMI conferma Pojaghi presidente
Sarà ancora l’avvocato Alberto Pojaghi a presiedere la FIMI, la maggiore organizzazione di categoria dell’industria discografica italiana, per i prossimi tre anni. Il mandato, conferitogli per la prima volta nel gennaio 1999 (quando Pojaghi fu il primo non discografico eletto alla presidenza, vedi news), gli è stato rinnovato dall’assemblea FIMI nella giornata di venerdì 21 dicembre. Nel corso della stessa seduta l’assemblea ha anche eletto il nuovo direttivo dell’ente, nominando come consiglieri Adrian Berwick (BMG Ricordi), Roberto Biglia (Zomba Records, subentrato al posto di Dario Raimondi, Energy Productions), Franco Cabrini (Sony Music), Riccardo Clary (EMI Music Italy/Virgin Music Italy), Paolo Franchini (Edel Italia), Massimo Giuliano (Warner Music Italy), Piero La Falce (Universal Music), Pippo Landro (New Music), Mario Limongelli ( Nuovi Autori Riuniti N.A.R.), Filippo Sugar (Sugar) e Tonino Verona (Ala Bianca Group). L’organigramma di vertice della federazione è completato dal direttore generale Enzo Mazza.