Giudicata colpevole l'ex assistente di Adam Clayton (U2)

La vicenda si trascina da anni, da quando Adam Clayton degli U2 chiese ad un tribunale newyorkese, attraverso la High Court di Dublino, di fermare la sua ex assistente personale, la quale stava tentando di vendere un appartamento che lei stessa aveva acquistato in contanti nel 2007 per 465.000 dollari. Il bassista, pochi mesi prima, era riuscito ad ottenere dal tribunale il congelamento del conto corrente della donna, Carol Hawkins, sospettata di aver disinvoltamente sperperato parte del patrimonio di Clayton. La stessa Hawkins aveva ammesso, nel settembre 2008, di essersi indebitamente appropriata di 13.000 euro per ripianare una situazione finanziaria
personale difficile: Clayton lasciò correre, non licenziandola e mantenendola nel suo entourage. Nel settembre 2009, però, il  bassista - controllando gli estratti conto delle proprie carte di credito - notò diverse anomalie. Dopo un rapido approfondimento la sorpresa:
Carol aveva sistematicamente sottratto dalle sue finanze 600 euro due volte al giorno, tutti i giorni, per tredici mesi, per un totale di un milione e 800mila euro. La vicenda - sembra d'essere in Italia - è andata per le lunghe e solo ora la Circuit Criminal Court di Dublino è giunta alla comclusione, giudicando la donna colpevole per tutti reati ascritti. Il giudice McCartan, ascoltati i giurati che hanno deliberato per 5 ore, ha riferito che Hawkins si è indebitamente appropriata di 2.800.000 euro. La donna, alla lettura, non ha mostrato alcuna emozione. Il giudice le ha imposto di ripresentarsi in aula il prossimo 6 luglio per il verdetto.




Contenuto non disponibile







 Fuori dal tribunale Clayton ha incontrato i fan, posando per delle foto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.