Pioverà Benza Contest: l'intervista a Tommi Shower, vincitore assoluto

Pioverà Benza Contest: l'intervista a Tommi Shower, vincitore assoluto

Esce oggi, 29 giugno, l'Ep contenente i remix di "Pioverà benza" realizzati dai quattro vincitori del Pioverà Benza Contest, indetto dagli Useless Wooden Toys, in collaborazione con Rockol. A trionfare su tutti gli artisti che hanno presentato i propri lavori è stato Tommi Shower, pseudonimo dietro il quale si cela Tommaso Balsamo. Ingegnere informatico, classe 1979, Tommi ha partecipato al concorso in quanto "estimatore di Dargen D'Amico e incuriosito dalla possibilità di poter reinventare un brano", come afferma lui stesso. Abbiamo raggiunto il vincitore assoluto del contest per conoscere da vicino la sua attività artistica. "Sin da piccolo ho avuto facilità di accesso al mondo delle sette note grazie a mio padre, che è un musicista. Sintetizzatori e computer mi sono sempre stati familiari. Avevo un buon campo di prova. Verso i sedici-diciassette anni ho cominciato a scrivere le prime canzoni. Nasco in realtà come autore, sono abituato a ragionare su canzoni più che su beat. Sono appassionato di cover e di remix, mi diverto molto a riadattare brani di altri secondo il mio gusto, mantenendo sempre un' impronta autorale più che da dj. Per il 'Pioveà Benza Contest', nel remix che ho realizzato ho cercato di mettere in luce l'aspetto della canzone più che sottolinearne l'aspetto ritmico. Inizialmente pensavo fosse un limite non appartenere al mondo del clubbing, credevo che il contest fosse dedicato principalmente a chi gravita nel mondo dei beat e sono davvero sorpreso e contento di aver vinto", racconta Tommi. "Non conoscevo molto gli Useless Wooden Toys. Grazie al singolo che hanno realizzato con Dargen D'Amico, che apprezzo particolarmente, ho approfondito la conoscenza delle loro produzioni musicali e devo dire che mi ritrovo molto nel mondo musicale. In particolare, ritengo molto affine a me la loro modalità di unire il mondo del djing con l'aspetto più musicale, con la canzone italiana. Confesso che sarebbe anche un mio sogno creare un connubio tra queste due facce della medaglia", prosegue Shower. "Le mie radici musicali sono davvero ampie: dai Radiohead, ai Pink Floyd, a Battisti, a Lady Gaga, a Moltheni, che trovo un grandissimo autore e che ho scoperto grazie a Rockol. Tendo a non avere pregiudizi, ascolto la Amoroso come ascolto Dargen, questo mi aiuta ad avere un punto di vista ampio sulla musica", continua l'autore, "Sono anni che tento di pubblicare qualcosa ma ho trovato parecchie difficoltà. Le case discografiche e i produttori si focalizzano maggiormente su chi è in grado di scrivere e di cantare i propri pezzi. La strada purtroppo sino ad ora è stata davvero ardua da percorrere, magari questo contest potrebbe essere un punto di partenza. I miei brani sono molto personali, trovo terapeutico scrivere, esprimendo ciò che mi accade nella quotidianità e parlando delle mie emozioni, condividendole così con altri. Sarebbe fantastico se una delle mie canzoni venisse interpretata da Malika Ayane, oppure mi piacerebbe davvero poter realizzare qualcosa con Dargen. Le collaborazioni mi interessano parecchio". Parliamo con Tommi della scena clubbing italiana: "Vista da fuori, la scena clubbing è molto vivace, chi vuole far musica non può non tenerla in considerazione. Non si può pensare di scrivere, oggi, dei pezzi senza tener conto dei beat. Secondo me se si facessero convergere l'aspetto autorale e la musica da club si potrebbero creare dei brani così interessanti da poterli anche esportare. Una bella sfida sarebbe far interpretare a cantanti come Alessandra Amoroso pezzi vicini alla dance, potrebbe essere un' inizio di apertura della musica italiana verso nuovi mondi", conclude Tommaso.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.