Ritirata dalla vendita la prima cripta di Elvis Presley

Ritirata dalla vendita la prima cripta di Elvis Presley
Alla fine la prima cripta dove venne seppellito Elvis Presley non andrà all’asta. Come riferito da Rockol lo scorso 2 giugno, tra i vari cimeli musicali che una nota casa d’aste americana sta per battere, avrebbe dovuto esserci anche la cappella sotterranea dove fu alloggiata la bara del cantante per i primi due mesi dopo la sua morte nel 1977 (nel cimitero di Forest Hill a Memphis), prima della definitiva sistemazione a Graceland, dove tuttora è situata. Chi sperava di poter trascorrere l'eterno riposo nello stesso luogo dove, dopo la sua dipartita, ha riposato per alcuni mesi il King sara' quindi rimasto deluso: all'ultimo momento infatti la casa d'aste Darren Julien di Beverly Hills ha deciso di ritirarla dalla vendita in seguito alle numerose lettere di protesta dei fan di Elvis, i quali hanno chiesto a gran voce che la cripta restasse un luogo dove poter compiere un ‘pellegrinaggio’ rock’n’roll.

Contenuto non disponibile


Oggi e domani saranno comunque battuti dalla stessa casa d’aste, tra i vari altri articoli, una maglietta con la scritta "hell" indossata da Keith Richards dei Rolling Stones, un paio di scarpe calzate e autografate da Michael Jordan, una vestaglia usata da Amy Winehouse, il cappello messo da Michael Jackson per una sua esibizione all'Apollo di New York, arredamento proveniente dalla casa di Calabasas di Meat Loaf e un altro memorabilia jacksoniano, il testo manoscritto di "Morphine".  
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.