Guerra in famiglia per James Brown

Le figlie del “Godfather of Soul” sono un po’ arrabbiate, ultimamente. A sentir loro, il famoso papà, James Brown, non le avrebbe ancora consegnato il cospicuo assegno relativo alle royalties maturate negli ultimi dieci anni. Danna Brown Thomas e Yamma Brown Lumar risultano, infatti, co-autrici di almeno 23 canzoni dell’artista alla metà degli anni ’70, tra cui "Get up off of that thing". Inizialmente, James Brown, doveva mettere da parte i soldi, in attesa che le figlie raggiungessero la maggiore età, ma il cantante, giunto il fatidico momento, ha “dimenticato” di pagarle. Le due hanno ora assunto un avvocato di Detroit, Gregory Reed, con la speranza di risolvere pacificamente la questione, senza dover ricorrere ad un giudice.
Intanto il cantante ha dato nuovamente prova di essere una “sex machine”: settimana prossima sposerà la corista Tomi Hynie (31 anni), madre del suo sesto figlio, James Brown III, nato nel giugno scorso.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.