The Observer 2012: l'intervista ai New Candys

The Observer 2012: l'intervista ai New Candys

Trevigiani con la passione per il rock psichedelico e - questo lo aggiungiamo noi - per le belle canzoni, i New Candys con questo appuntamento salutano The Observer e raccontano a Rockol come si sono conosciuti, come compongono le loro canzoni, come si muovo in studio e la loro percezione della musica: “Ci siamo formati perché da ascoltatori, la musica era diventata molto importante e ad un certo punto abbiamo pensato di fare la nostra. Inizialmente Diego (chitarra, voce) e Fernando (chitarra, sitar, voce) suonavano in una piccola band di amici (cover degli Oasis, Nirvana, RATM alla bell'e meglio). Stefano (basso, organo) suonava la chitarra acustica e Dario (batteria, percussioni) aveva suonato in una band punk hardcore. Fernando e Diego hanno poi lasciato la band di amici ed hanno continuato da soli a comporre canzoni proprie, cercando di formare nel frattempo una nuova band. Grazie a Rita (sorella di Fernando) hanno conosciuto prima Stefano e poi Dario. Dalla prima prova assieme ci siamo trovati subito bene”.
I New Candys ci hanno colpito molto grazie al loro album d’esordio “Stars reach the abyss”, ideale seguito dell’Ep omonimo pubblicato nel 2009: “Dopo aver inciso l’Ep, abbiamo continuato a comporre per un anno e mezzo circa, tre mesi prima di andare in studio abbiamo affittato un ex ufficio sopra ad una fabbrica e lì abbiamo provato in modo assiduo per due mesi. Abbiamo completato i pezzi meno ‘live’, suonando il sitar e sperimentando con strumenti diversi. Volevamo un disco vario che rispecchiasse tutti i nostri gusti. Inizialmente è Fernando che porta lo spunto iniziale di un brano, di solito una melodia vocale con un incrocio di chitarre, poi il pezzo viene rivisto tutti assieme, ognuno studia la propria parte e ci consigliamo a vicenda. Alcune volte il risultato finale può essere molto diverso dall'idea di partenza”.


Contenuto non disponibile


All’interno del disco sono presenti due brani già editi nel precedente Ep: “Quando abbiamo inciso i brani dell’Ep non sapevamo cosa ne avremmo fatto. Inizialmente l'idea era di incidere una ‘demo’ per proporci ai locali, poi abbiamo deciso di stamparlo e confezionarlo noi per avere qualcosa da offrire ai concerti. ‘Volunteer’ e ‘Dry air everywhere’ (che sapevamo di poter migliorare), volevamo apparissero nel nostro primo disco ufficiale. Diciamo che dopo aver terminato le registrazioni e i mix per un periodo non lo abbiamo più riascoltato, avevamo dato il massimo e seguito con cura ogni dettaglio, a un certo punto sei obbligato a staccare perché non riesci più ad avere un ascolto neutrale, per quanto possibile. Riascoltandolo intero successivamente eravamo soddisfatti”.
I New Candys, attualmente in tour, ci hanno raccontato quando il live sia importante per una band indipendente: “Suonare dal vivo conta molto perché ti fai conoscere, ascoltare un brano in streaming con le casse del computer è una cosa, un'altra è vedere una band dal vivo in un club, magari con poca luce. Li riusciamo a dare il meglio. Quando siamo in studio non ci poniamo limiti negli arrangiamenti o nel numero di strumenti, studiamo successivamente come proporre i brani più complicati dal vivo”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.