Si allarga la rete di MusicNet: dopo RealNetworks, a gennaio tocca ad AOL

Già in linea in forma di test sperimentale, la versione del sistema di musica digitale a pagamento proposta da America Online debutterà ufficialmente nel gennaio prossimo,con modalità di funzionamento e prezzi praticamente identici a quelli del servizio che RealNetworks già da una settimana offre attraverso il software RealOne (vedi news): gli utenti di AOL, che vanta la base di abbonati più estesa tra i service provider nel mondo, potranno scaricare 100 canzoni sul pc e ascoltarne altrettante in streaming in cambio di una tariffa mensile inferiore a 10 dollari che potranno addizionare alla bolletta che pagano per l'abbonamento ad America Online. Il catalogo inizialmente disponibile per queste operazioni conta oltre 78 mila brani forniti dai “content provider” del progetto MusicNet, le etichette EMI, BMG, Warner Music e Zomba.
Ad AOL, l'associazione con MusicNet permetterà di allargare l'offerta di prodotti e servizi musicali messi a disposizione dei propri abbonati; per quest'ultima, il service provider rappresenta invece un canale di distribuzione potenzialmente enorme per la propria offerta on-line. Bob Pittman, che come chief operating officer di AOL Time Warner coordina entrambi i versanti del business (etichetta discografica e provider per Internet) non si fa tuttavia soverchie illusioni, dichiarando a Internet World che “MusicNet non è un qualcosa che cambierà d'improvviso il business musicale” e mantenendo un atteggiamento realistico sulle sue prospettive di sviluppo. Il manager americano esprime comunque ottimismo: secondo Pittman, che proviene da MTV, la situazione di oggi ricorda quella dei primi anni '80, quando l'avvento dell'emittente televisiva musicale e del compact disc risollevarono le sorti di un mercato in profonda crisi.
Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.